"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

Il 7 maggio ne avresti compiuti ottanta

Il 7 maggio ne avresti compiuti ottanta
Ciao, ragazza sorridente. E grazie per avermi insegnato il sorriso. Anche se il mio non sarà mai così radioso.

sabato 7 luglio 2018

RINGRAZIAMENTI


Non sono mai stato un amante di quelle pagine coi ringraziamenti in fondo ai libri. 
Quando si dilungano molto, poi, finisco col trovarle fra l'inutile, l'esibizionistico e il leccaculeggiante. (Per non parlare di quando gli autori ringraziano plotoni infiniti di cani&porci, che ti viene da chiederti se, con tutti quegli infiniti contributi esterni, il libro non sarebbe stato in grado di scriverlo un qualsiasi robot...) 
Finora, avevo ritenuto giusto e doveroso metterli solo al termine di "Quattro soli a motore", mentre nei romanzi per i quali non sentivo tale sincera urgenza ho preferito lasciar perdere, e addirittura in occasione del libro "Il bambino che sbagliava le parolacce" ho optato per l'ironia scherzosa di un lapidario e - lo ammetto - un po' sbruffonesco «Grazie/Prego». Ma i Ringraziamenti che ho deciso di esprimere per iscritto alla fine di "Agonia di una Fata e altri sfaceli" sono per me talmente significativi da decidere di riprodurli anche qui. Eccoli:


Ringrazio Paolo Zardi per avermi più volte esortato a riprendere in mano questo materiale così incandescente e doloroso.

Ringrazio Luisa Traina e Giacinta Moliterni per l’amorevole pazienza con cui lessero precedenti versioni, comunicandomi preziosi dubbi e costruttive perplessità.

Ringrazio Francesco Spinoglio per avermi indicato la nuova strada, bellicosa necessaria e ribelle, dell’autoproduzione.

Ringrazio Alice Pezzoli per il progetto grafico del gabbiano blu.

Ringrazio ogni singola Lettrice e ogni singolo Lettore di questo Romanzo.



8 commenti:

  1. Buongiorno Nicola, io ringrazio te per aver condiviso con noi lettori un pezzo così intimo e importante della tua vita.
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Anch'io. Si. Anch'io ti ringrazio tanto.
    Non deve essere stata una passeggiata per te scrivere questo libro. Non puoi immaginare con quanta intensità io l'abbia letto. E non riesco ancora a riporlo nella libreria insieme agli altri libri...
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Grazie a te.. per essere riuscito - ed è una tua grande peculiarità - a confondere sorriso e lacrima, con naturalezza unica, senza lasciare mai che il romanzo prendesse una deriva unica, ma facendoci rivivere un amore fatto di passione e intelligente ironia..

    RispondiElimina
  4. Amanda, Nair e Franco: vi chiedo scusa per il ritardo e per la fretta con cui vi rispondo, ma come spesso mi accade d'estate il mio dannato portatilino ha pensato bene di piantermi in asso, e sto usando il pc di una gentilissima persona. Ma ci tenevo a dirvi che sono di nuovo io a ringraziare voi, per avermi letto, e per le bellissime parole che mi avete dedicato dopo la lettura. Vi abbraccio forte forte!!!!

    RispondiElimina
  5. Siamo noi lettori a ringraziare lo scrittore (nel caso specifico: te) che ci ha permesso di passare tanti bei momenti in compagnia di un buon libro.
    Quanto ai pipponi a slinguaculo in cui indulgono certi autori, è facile saltare quelle tre o quattro pagine di ringraziamenti perfino al fruttivendolo sotto casa - di solito vengono pubblicate alla fine del libro. I tuoi, almeno, sono molto sintetici e mirati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nuovo grazie anche a te, mon ami. :)

      Elimina
  6. Ciao Nicola, ho finito di leggere - già due mesi fa - "Quattro soli a motore" e te ne darò riscontro appena possibile. Spero entro questo mese. Il libro sulla tua fata meravigliosa non so se e quando lo leggerò perchè per me è materia incandescente, avendo perso una mia fata - la mia unica sorellina - per un tumore a 41 anni ... Grazie comunque per la qualità alta della tua scrittura e per la tua sensibilità di uomo.

    RispondiElimina
  7. e noi ringraziamo te per le perle che ci hai dato e continuerai a darci!!!

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)