"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"

martedì 11 dicembre 2012

Le sentenze lapidarie dello Zio (per quei due o tre che ancora confondessero furbizia e intelligenza, che in realtà è il suo contrario)


LA FURBIZIA 
È IL LATO DISONESTO
 DELLA STUPIDITÀ

p.s. ogni riferimento alla situazione politica italica è del tutto casuale.


17 commenti:

  1. ...e se invece fosse il lato disonesto della genialità?

    RispondiElimina
  2. mi sa ceh mi trovo d'accordo con Alessandro C. ma non userei il termine genialità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, secondo me un genio non si mette a fare l'imbroglioncello per due soldi o per un po' di fugace potere: se è un genio, se ne frega. Solo gli stupidi cercano persone più stupide di loro da fregare, e poi se ne vantano pure...

      Elimina
  3. dici il lato nascosto sotto le bende delle mummie?

    RispondiElimina
  4. Secondo me ogni riferimento alla situazione politica italica non è affatto casuale,
    per il resto sono d'accordo,
    stupidità, non genialità che peraltro dovrebbe generare fiuto, senso degli affari...
    Lo stupido vuol fare il furbo
    e quando viene scoperto non gliene importa niente
    perchè dà dello stupido a chi lo scopre.

    RispondiElimina
  5. non è un po' furbo dire che "... è casuale?" :D

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo anche io caro Nicola... Però tante volte la furbizia si trasforma in ridicolo!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Caro Nicola ce ne sono fin troppi in giro di furbi che sono tremendamente stupidi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure, incredibilmente, si continua a considerarla una qualità positiva: "Quel bambino è furbo, ruba le merendine agli altri, crescerà bene!"

      Elimina
  8. Un decotto luogo comune dice o diceva che chi non è tanto intelligente è furbo, per supplire e rimanere a galla immagino. Mi rassomiglia a quello, altrettanto di comodo, che gli ultimi a scuola saranno i primi nella vita e viceversa. Primi a prenderlo nel culo è possibile, anche se oggi con una laurea non so cosa ci potresti fare.
    Per tornare a bomba, ti dirò che il detto "poco intelligente ma tanto furbo" mi sembra una presa in giro: io ho conosciuto intelligentissimi figli di puttana che erano assai furbi, ed anche stolidissimi individui che furbi non erano affatto.
    Forse perché ho girato il mondo e non mi sono fermato all'orticello di casa mia, ma tant'è.
    Se alludi a certi politicanti nostrani, a me par che ci sia in questo momento la corsa al lavaggio dai peccati tuffandosi nelle chiare dolci e fresche acque Montiane, che fanno tanto bene anche contro i reumatismi.
    Che poi ci sia il solito cretino, che ha eliminato gli specchi in casa sua per non vedersi la faccia da zombi, che vorrebbe riproporre alla italica gente, questa non è furbizia, caro Nik, è follia e demenza senile, nemmeno tanto precoce, piuttosto tardivamente riconosciuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è questione di sfumature lessicali: quella dell'intelligente io la chiamo semmai più "astuzia" che non "furbizia" (e comunque l'intelligente troppo astuto mi spaventa: di solito è diabolico, è un corrotto e un corruttore, meglio stargli alla larga). Il furbo invece lo considero sempre una figura squallida e putrida, e spesso uso per lui diminutivi-spregiativi: furbino, furbetto, furbiciattolo.

      Elimina
  9. Di solito, preferisco i lestofanti agli stupidi, quantomeno i primi ogni tanto riposano; gli stupidi sono stupidi anche quando dormono. In questo caso i "riferimenti" evocano una iattura peggiore, una mutazione genetica dei due generi che genera l'imponderabile (scusate la cacofonia). Ciao

    RispondiElimina
  10. Gli stupidi non hanno proprio niente da dirci, tranne, spessissimo, romperci i maroni... Però io insisto nel dire che anche il tipo del "furbo" è fondamentalmente uno stupido. Diciamo che è uno stupido che emerge rispetto agli altri stupidi. Che emerge e galleggia. Quindi, fondamentalmente, 'nu strunz... :-))))

    Un saluto e un abbraccio, caro amico Artista!

    RispondiElimina

Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Pertanto nessun Vostro Commento verrà mai rifiutato, rimosso, attenuato o tagliato. L'importante è assumersi la paternità di quello che si dice. A partire da giugno 2010 tentiamo l'esperimento di aprire le porte agli anonimi, perché fra loro possono esserci degnissime persone che non meritavano di venire escluse a priori. Avverto che nel loro caso il trattamento sarà però un po' diverso. Nel senso che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana.