Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!

Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!
«Pezzoli evolution... tre libri per un solo grande, toccante e indimenticabile romanzo di formazione.»
"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

mercoledì 21 gennaio 2015

Ma un mondo INTELLIGENDER che danno vi fa?

Ridicola, oltre che sospetta, l’insipienza di quelli che si scagliano con la bava alla bocca contro la cosiddetta “teoria del gender” e in favore della “pratica del gendarme” (sessuale).
Ma soprattutto ingenua e controproducente. Perché con questa loro foga invasata finiscono col sostenere, senza volerlo, che davvero la monosessualità etero deve venire inculcata con la forza e col lavaggio del cervello, che essa necessita di propaganda martellante e di condizionamento nella più tenera età, che a loro stessi la rinuncia ad altre possibili esperienze affettive è costata duro sacrificio, e che senza censure “educative” di stampo putiniano i “Diversi”, spontanei e sereni, magari solo occasionali e sporadici, diventerebbero milioni e milioni… 
Se l’eterosessualità pura e assoluta fosse un istinto così netto e preponderante, non ci sarebbe bisogno di imporla fin dalla culla con la banalità stucchevole dei “rosa” e degli “azzurri”, né di perseguitare il nipotino di tre anni domandandogli se ha già LA fidanzatina, né di incoraggiare i bambini a fare a botte e le bambine a pettinare bambole, né di farsi prendere dal terrore se la maestra legge ANCHE una sola singola favoletta in cui un principe bacia un principe, o una principessa ama una principessa, e gli stolti omofobi riproduzionisti non dovrebbero paventare l’estinzione della specie (“Aiuto! Siamo solo 8 miliardi! I mezzi pubblici all’ora di punta sono troppo vuoti!”) per “colpa” dei “deviati”, perché questi ultimi sarebbero meno di quattro gatti…
E visto che le mie “eresie” contengono quasi sempre delle provocazioni (sennò che gusto c’è?) voglio divertirmi a lanciarne una (ACHTUNG, LO STO DICHIARANDO CHE È SOLO UNA STRONZATA!): invece di limitarci a combattere certe aberranti “terapie riparative” volte a “guarire” i “malati” non eterosessuali, le si potrebbe studiare per applicarle alla rovescia; così, se si riuscisse a “convertire” qualche milionata di sturatope affollamondo, magari si arriverebbe a disinnescare la B.A.D., la Bomba Atomica Demografica destinata ad accopparci tutti…
Tornando seri: chissà, forse è solo questione di tempo. In fondo, fino a pochi decenni fa, analoghe idiozie di origine superstizioide spingevano le persone a legare una mano dietro la schiena ai bimbi mancini, per obbligarli a usare “la mano bella”. Invece oggi si può essere tranquillamente mancini! (Sperando che ciò non “offenda” nessuna divinità extraeuropea, o qualche nostro paladino dell’altrui pelosa permalosità potrebbe spingerci a tornare indietro anche su questo…)
Curioso, infine, e paradossale, che gente con la pretesa di mettere paletti all’Amore, di delimitarlo, di bandirne e condannarne o addirittura “curarne” alcune forme, abbia poi il coraggio di definirsi “cristiana”. 
È come se un trafficante d’armi si definisse “gandhiano”. 
È come se io dicessi di sentirmi “nabokoviano”, e poi scrivessi come la tizia delle 50 flatulenze vaginali.


50 commenti:

  1. Come sempre post intelliggenter. E torniamo sempre al punto, se si leggesse un po' di più e soprattutto si aprisse la mente (il foro nel cranio per areare il cervello). Mi piace pensare che se l'Expo sponsorizza la terapia riparativa per "curare dell'omosessualità", esistono Centri Studi Queer e persone... che pensano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima grave malattia che proporranno di curare sarà proprio l'Intelligenza, mi sa... :)

      Ma questo ex Po cos'è, hanno asfaltato il fiume?!
      (no, questa non considerarla, è l'orario...) :-)

      Elimina
  2. Non avevo mai pensato a questo risvolto: cosa c'è di "naturale" in una eterosessualità imposta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto... Certi etero (non la maggioranza, per fortuna) sembrano dire: Le vedi queste catene? Sono obbligatorie! Se le ho io devi averle pure tu! Altrimenti NON VALE! (E "ce lo vado a dire" alla suora...) :)

      Elimina
    2. Non ce lo dire alla suora che con questi uomini e donne di chiesa...
      E poi parlano di "scegliere l'omosessualità"... ma posso scegliere (impormi) l'eterosessualità. Sono confuso.

      Elimina
    3. Esser confusi è bello. Son questi qui che sanno sempre tutto (perché sta scritto in libri scritti dall'uomo migliaia di anni prima) che fanno paura...

      Elimina
    4. I dogmi sono uno sparo in fronte, spengono il cervello.

      Elimina
    5. Sì, progresso e civiltà sbocciano solo col fertilizzante chiamato Dubbio.

      Elimina
  3. La triste realtà delle cose è che finché ci faremo frullare i neuroni dalle religioni imposte dallo stato questo tuo post sarà destinato a rimanere lettera morta. A meno che i transgender non facciano come i mancini, che a un certo punto hanno deciso di sbattersene le palle e continuare a usare la sinistra a dispetto delle frustate sulle dita; ma i mancini non sono mai stati osteggiati così tanto come i transgender.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre che non salti fuori qualcuno a dire che essere mancini è blasfemo... :-(

      Elimina
    2. Oh, lo dicevano ai mancini d'antan. "La sinistra è la mano del diavolo", dicevano, e zakk, una frustata sulle dita del povero studente che osasse prendere la penna con la sinistra. Solo che alla fine i mancini hanno vinto; ma, ribadisco, il mancinismo, perfino all'epoca, non era nemmeno lontanamente osteggiato come la questione dei transgender. Eri mancino? Ti pigliavi le tue frustate sulle dita, imparavi a scrivere con la destra e finita lì. Eri/sei/sarai un transgender? Da bruciare al rogo, subito. Far entrare in testa alla gente che deve affrancarsi dagli schemi di pensiero imposti dalle religioni? Bah, la vedo dura.

      Elimina
    3. Le religioni, per quanto spesso assurde e disgustose siano, hanno in mano un Jolly troppo perfetto da giocarsi con tutti i poveracci terrorizzati dalla morte, non disposti ad accettare serenamente la finitezza e la caducità di ogni singolo individuo: il Paradiso Eterno, la Disneyland After Darkness. Un Jolly molto furbo, comodo e vigliacco, perché ovviamente nessuno può tornare indietro per dire che non è vero un cacchio...

      Elimina
    4. Puntano tutto su questo, infatti. E solo perché la gente non si rassegna al fatto che quando è stata scritta la parola FINE al libro della vita non ci sono sequel stile fizzzion della rai.

      Elimina
  4. Mi piace molto intelligender. Rimango di sale ogni volta che mi mandano un link o degli scritti contro la teoria Gender (che poi non mi risulta esistere). Me li mandano perché mi considerano, evidentemente, un bravo cristiano e la cosa mi divertiva molto, all'inizio. Ora mi fa girare i maroni perché mi pare che stia prendendo piede questa assurda paura, anche tra persone che consideravo intelligenti. Se credere nell'eterosessualità come unica strada "buona" significa essere bravi cristiani, io non sono cristiano. Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un grandissimo, e come essere umano sono orgoglioso e felice del fatto che a fare quattro figli sia stato un uomo intelligente come te: spero che i bambini ti somiglino!
      Pensa che, a conferma del fatto che il terrore omofobico esiste eccome, nell’andare sui motori di ricerca per tentar di capire cosa diavolo fosse questa così pericolosa “teoria del gender” mi è apparsa una sequela di siti che ne parlano sempre e solo male, che demonizzano la cosa come se si trattasse di una cospirazione mondiale contro la sana natura eterosessuale… Bah…

      Elimina
    2. p.s. Gustosa, a proposito di figli, anche la nuova hit papestre: "Crescete e moltiplicatevi per tre". Raccomandare di fermarsi a tre figli (sempre ‘sto cavolo di “numero perfetto”, come lo odio, io per dispetto ne farei o due o quattro!), e al contempo continuare a non accettare l’uso dei contraccettivi, è atteggiamento alquanto ambiguotto e curioso. Se una coppia relativamente giovane ha già tre figli, ma non usa contraccettivi per paura di andare all’inferno, è ovvio che prima o poi ci scapperanno, come minimo, pure il quarto, il quinto e il sesto. E magari, a dio piacendo, qualcunino di più. Ma forse il vero scopo non era dire ai “conigli” di fermarsi a tre. Forse il vero scopo era far sentire in colpa quelle coppie occidentali (la stragrande maggioranza) che di solito ne mettono al mondo zero, uno o al massimo due.

      Elimina
    3. Ho "solo" tre figli, per cui mi sono sentito buon cristiano ancora una volta. :D
      Non so cosa intendesse il Papa. A me il personaggio non dispiace e gli lascio il beneficio del dubbio o almeno che sia stato il giornalista a strumentalizzare tutto.
      Io uso i preservativi. Se devo andare all'inferno, che almeno ci vada senza pensieri per tutti quelli a cui non sono riuscito a garantire un futuro. Stima reciproca, amico mio.

      Elimina
    4. Scusa, te le avevo appioppato uno in più... :)
      E comunque hai ragione: al di fuori delle solite ipocrisie, paternità responsabile e contraccezione non sono concetti scindibili.
      Un abbraccio, caro amico.

      Elimina
  5. Peraltro la storia dell'azzurro e del rosa era rovesciata fino a qualche anno fa! Non sai quanto mi farebbe piacere che qualcuno mi spiegasse questa famigerata ideologia del gender! Pensa un po', io nella mia semplicità mi accontento di pensare in termini di rispetto, autonomia, sai tutta quella roba messa in giro da illuministi inveterati e che noi, i nipotini di Voltaire, continuiamo a credere vera. Non sapevo di aver bisogno di un'ideologia per questo!
    Una volta c'era il razzismo (c'è ancora ma si fa finta di no) e adesso c'è l'omofobia (c'era anche prima, non è mai mancata). In questo post mi sono cimentato con le immagini e i "ritocchi" per dirlo (anche se pochi sembrano aver apprezzato il mio sforzo!).
    Quelli che hanno paura di contaminarsi ci sono sempre stati, pensa quanto sono saldi nella loro normalità? Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul rosa e l'azzurro io ho avuto fin da neonato una pazzesca fortuna, destinata a rendermi, anche solo simbolicamente, privilegiato: mia nonna aveva deciso di sferruzzare una bellissima coperta per me, e non avendo informazioni sul sesso del nascituro la confezionò con un meraviglioso motivo di rosa e di azzurri intrecciati... :)
      Ma come vorrei che di nipotini di Voltaire ce ne fossero di più, e meno nipotastri di Saulo di Tarso...

      Elimina
  6. Oh che bel post INTELLIGENDER ! La B.A.D. poi, eh eh eh.
    Sulla storiella della mano mancina e della mano bella, ti devo seccare con un ricordino personale, scusa se approfitto del tuo spazio. Nel 1975 ebbi il mio primo infarto ed il primario del Reparto di cardiologia dell'Ospedale dove venni ricoverato, era un tipo particolare. Molto rigido, attento all'alimentazione, nessun vizio e soprattutto attento ai comportamenti del corpo umano, quello suo in particolare. Per riuscire ad adoperare anche la mano mancina, si era legato il braccio destro al corpo. Quando andavo da lui per un controllo era uno spasso. Circa un ano dopo mi capitò di leggere su un quoridiano di Roma che il Professor tal dei tali (cioè il mio cardiologo), era andato a pescare con l'amo in una località vicino Roma e lì in quel tratto di bagnasciuga, venne trovato morto in seguito ad un infarto. Vai a capire il destino cinico e baro. Quell'uomo tutto d'un pezzo, attento alla salute, sua e di altri, se ne andato così come un comune mortale meno rigido.
    Un salutone Nico',
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo chiami "seccarmi"? :)
      Le tue storie sono sempre interessantissime e benvenute, caro Aldo! Quasi quasi ti pagherei qualcosa per questo raccontino...
      Ciao mon ami!

      Elimina
  7. Sono le ultime grida dei poveracci in un mondo che, nonostante tutto, sembra procedere verso un'altra direzione.
    Una direzione più libera(le), non so in che modo e se dietro ci sia qualcosa. Ma tant'è. Mi preoccupa solo sapere CHI o COSA sarà il bersaglio dei conservatori del domani.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero tu abbia ragione. Questi rigurgiti mondiali di religione, nel suo senso più radicale e troglodita, sembrano rappresentare una poderosa occasione per tutti gli oscurantisti e i reazionari...

      Elimina
    2. Ultime grida dalla savana, per me :)

      Moz-

      Elimina
  8. Io dico solo una cosa, tutto questo cercare di affermare che noi gente gaya siamo sbagliati/e, che essere omosessuali è una malattia, un peccato, un quello che vogliono mi fa venire in mente un certo interrogativo: non è che sotto sotto questi eterocazzuticonvinti che "etero è bello" hanno la pruderia di sapere com'è andare a letto con qualcuno del proprio sesso?
    Potrebbe essere?
    Sai com'è, alla fine uno se lo chiede altrimenti tanti rompimenti di coglioni non si spiegano!
    Ciao Zio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa impressione, Xavier.
      Del resto una mia vecchia battutozza stupidina diceva: "Il puritano è un PRURITANO che teme i suoi pruriti"... :)
      Ciao carissimo!

      Elimina
  9. Sembra che Francesco abbia fatto un passo indietro e si stia negoziando per un salomonico tre e mezzo, come massimo numero di figli a testa.. eheh..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche riproduzionista (inde)fesso salterà su a dire che lui appunto non intendeva tre a coppia bensì tre a testa. E quindi fanno SEI. E che siccome ci sono miriadi di preti che dicono agli altri cosa fare ma non fanno, qualcuno dovrà pure impegnarsi a farli al posto loro. E quindi fanno DODICI... :-))

      Elimina
  10. "Lo dico perché sono cristiano" sarà sempre una di quelle frasi che più faccio fatica a tollerare. E, a questo punto, sono fierissima di non essere una brava cristiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la maggior parte degli italioti, essere "cristiani" significa farsi il segno della croce quando passano davanti a un cimitero, o prima di battere un calcio di rigore. O comprarsi la pelliccia nuova per sfoggiarla alla messa di mezzanotte. E soprattutto sproloquiare di continuo su patria & famiglia: due cose di cui Cristo non parlava MAI! :)

      Elimina
  11. Qual è il danno? Che il pensiero è ... rivoluzionario! Ma tu pensa se ad ognuno fosse permesso pensare, elaborare, connettere e relativizzare, capire e guardare con la dovuta "ironia" quel che accade e soprattutto quello che ci dicono accada, se ad ognuno fosse insegnato che l'amore è un dono fantastico, che l'animo umano è capace di provare a prescindere da un legame scritto su qualche documento e che sono gli occhi a guidarci non tanto il sesso e il sesso, semmai, serve a scoprire qualcos'altro di noi ma a riportarci infine sempre agli occhi, allo sguardo, al nostro sentire! Ma figuriamoci! bel casino sarebbe!!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo contributo!
      Probabilmente la voragine, il baratro dell'amore, del sesso e dei sentimenti ha cominciato a spalancarsi il giorno in cui qualcuno ha inventato la squallida espressione "dovere coniugale". Contratti? Doveri? Divieti?
      Amatevi l'un l'altro! (e possibilmente non guastate i maroni al prossimo...)
      Un abbraccio, carissima! :)

      Elimina
  12. Forse mi ripeterò, ma mi piace ribadirlo: grazie a dio sono ateo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ad agno sono agnostico... (No, non funziona: Agno è solo un paese della Svizzera italiana, e non ci sono neanche mai stato, ch'io sappia...) :)

      Elimina
    2. Ah, ah, ah ... in verità sono agnostico, ma la frase mi piace così tanto che la cito facendola mia (considero l'agnosticismo una forma sognante dell'ateismo...nel senso: sapere che tutto finisce, pur essendo una cosa molto probabile, un po' mi deprime, sognare un aldilà con un prato verde, cieli azzurri infiniti e dove non si lavora e si sta ignudi tutto il dì, mi sembra più divertente). E poi, è quasi come gli extraterrestri, non ci credo ma non escludo ci siano ...

      Elimina
    3. Sì, credo che alla fine la soluzione non dico migliore ma "meno peggio" sia questo sapere di non sapere (oddio, forse qualcosina la possiamo sapere: che si possono tranquillamente escludere gli dèi penosamente e violentemente umani delle cosiddette religioni rivelate). Non credo in ogni caso in continuazioni del singolo individuo in quanto tale, ma ciò non mi impedisce di sentirmi spesso mistico e contemplativo, e di amare parole come "anima", odiate invece dagli integralisti del materialismo. Dico spesso, da monaco della scrittura, che io vivrei coi frati, se avessero la genialità di essere agnostici... :)

      Elimina
    4. E sul fatto che la "religio" verrebbe considerata dannosa persino dall'eventuale Dio, ti segnalo la bellissima battuta di un mancato astronauta sovietico contenuta nel film spagnolo "I lunedì al sole":
      E Gagarin rispose "Certo che nello Spazio ho incontrato il compagno Dio: mi ha detto di dirvi che lui non esiste!"

      Elimina
  13. Il cristianesimo è da sempre una coperta rattoppata usa a coprire e nascondere immonde sozzure e soprusi inauditi.
    Certo è che senza le coppie etero il mondo finirebbe in meno di un secolo per mancanza di abitatori, ma che male sarebbe? Gli animali e la vegetazione finalmente potrebbero rimanerne padroni e tanti voluminosi coglioni lo abbandonerebbero per sempre. Invece no, la società consumistica prevede ognora nuovi adepti per poter andare avanti eguadagnare ancora.
    Ciò detto se io sono gay e il mio istinto mi porta ad amare gente del mio stesso sesso agli atri cosa deve importare? O vogliono metterci il timbretto DOC anche sul pisello? E naturalmente anche dentro la vagina.
    Sto veramente stufandomi di partecipare a queste discussioni che non conducono a niente, ma occorre continuare a farle perché solo parlandone si mettono in evidenza. Non parlarne significa lasciare le cose in balia dei mitificatori della nostra realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per questa splendida testimonianza, che dimostra una volta per tutte come l'unica vera discriminante sia L'INTELLIGENZA. Hai 80 anni, sei etero, sei marito, sei padre, sei nonno, ma guarda caso sei anche molto intelligente, e quindi...
      Ma non illuderti sull'estinzione: per quanto allettanti possano essere omosessualità, bisessualità, asessualità ecc di pupi ne nasceranno sempre tantissimi. Anche se sappiamo che chi ha bisogno di schiavi, di pecore e di soldati ne vorrebbe sempre di più, e poi di più e poi ancora di più, e possibilmente poveri, affamati e ignoranti, così da poterli comandare meglio...
      Un abbraccio, caro Enzo!

      Elimina
  14. Bisogna scriverne, parlarne, dibatterne, come fai tu Zio. La parola (nostra), ci potrà liberare da quella di un finto dio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dramma è che siamo così pochi (anche se in luoghi eletti come questo blog diamo un'illusoria idea di affollamento :D) che i sondaggisti (se e quando ci cagano) ci mettono in fondo alla voce "altro", oppure in mezzo ai "non sa, non risponde"... :-(

      Elimina
  15. E dovremmo esser uno stato laico, se non fosse che c'abbiamo la chiesa fatta ricchezza a 'du passi, come si dice da quelle parti. L'arma è la discussione, come dice George qui su, la parola cambierà il pensiero degli uomini. Almeno alcuni (gli altri che vivano pure nella loro ottusità).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il guaio è che in fin dei conti gli ottusi dettano legge, sia in dittatura che in democrazia... motivo per cui la vatikalia - tanto per fare un esempio - è l'unico fra i paesi sedicenti civili a non avere una legge decente sul Testamento Biologico...

      Elimina
  16. I tuoi post sono sempre bellissimi... com'è che era da un pezzo che non passavo?! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh... verrebbe quasi da tirarti le orecchie, ma io sono un non violento e tu sei una cara amica, quindi preferisco una carezza. :)
      E un abbraccio pure a te, naturalmente.

      Elimina
  17. Oggi, sui giornali, grande spazio ai deliri sull'argomento della vescovaglia (col solito trucchetto del RIBALTAMENTO: danno degli "indottrinatori nazisti" agli altri anziché a se stessi, e a chi compie devastanti lavaggi del cervello a nome loro.
    Ovviamente, quasi impossibile reperire qualche commento dissonante e intelligender...

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)