Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!

Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!
«Pezzoli evolution... tre libri per un solo grande, toccante e indimenticabile romanzo di formazione.»
"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

mercoledì 20 marzo 2013

Pausa pipì: TI SCAPPA D'INVERNO? TIENTELA!




Stavolta non verrò a deliziarvi, come altre volte ho fatto, con splendide immagini delle mie passeggiate lacustri. Vi propongo invece una foto un po’ scialba il cui titolo potrebbe essere “Che cosa manca?”. Già, perché dovete sapere che in questo preciso luogo e in alcuni altri, d’estate, quando il solleone rovente e satanico ti disidrata, e non riusciresti a fare una pisciatina neppure se ti pagassero cento euro a goccia, trovano alloggio, a gruppi di due, tre, a volte quattro, i coloratissimi vespasiani portatili. Che vengono rimossi puntualmente all’arrivo dell’autunno, in attesa del ripristino a primavera molto inoltrata. Il motivo, pare ovvio, sono le moltitudini di turisti stranieri che affluiscono nella bella stagione. Bisogna pur far credere, a costoro, che l’italiA sia un paese civile (quasi) quanto la confinante Svizzera… 
Ma d’inverno i turisti stranieri scarseggiano, e del gelo che stimola le vesciche dei viandanti autoctoni sempre numerosi (molte donne, moltissimi anziani) pare non fregare un accidente a nessuno. 
Davanti a cotanta intelligenza, il mio uccello, e gli apparati idraulici a esso collegati, sentitamente ringraziano!

35 commenti:

  1. Mo pensa te...e...ai piedi di un albero no? Un tempo si faceva così.

    RispondiElimina
  2. Ma dai...assurdo..è proprio vero che in Italia gira tutto al contrario..

    RispondiElimina
  3. Uhhh, non mi parlare dei vespasiani!!
    Potrei farci una tesi di laurea sulla cronica mancanza dei suddetti in Italia. Noi donne, notoriamente più impacciate nello svolgere la fisiologica funzione ( e tira su e tira giù, che poi in inverno col collant ci si mette una vita ) grazie al cielo tendiamo anche a trattenere meglio, ma gli uomini, soprattutto con l'età, soprattutto con la prostata che ingrossa, soprattutto se soffrono di problemi alle vie urinarie, in zone boschive, come diceva Sandra, contro un albero se la cavano, ma in città è un incubo.
    Nella vicina Svizzera, ma anche in Francia, i bagni pubblici ci sono, magari a monetina, ma almeno puliti e frequenti. In Italia su questo, devo ammettere, nonostante mi spiaccia sempre parlare male della mia nazione, siamo tremendamente indietro, e quando ci sono, come a Venezia, ti chiedono anche 2 euro a pisciatina, che il pensionato prostatico ci può lasciare anche la pensione.
    L'unica alternativa è il bar, che però poi consumi e dopo mezz'ora siamo punto e a capo.

    RispondiElimina
  4. C'è una spiaggia molto grande e molto frequentata dove andavo spesso, in cui i bagni li mettono solo 15 giorni ad agosto. Per il resto... mare e buche nella sabbia! :)
    p.s. non che a me dispiaccia moltissimo il fatto che questa spiaggia sia priva di servizi igienici, perché questo riduce l'affluenza quasi esclusivamente a quelli che hanno la casa in zona (noi eravamo tra quelli) e vanno a fare i loro bisogni a casa... però, ammetto che, dato che si tratta di una spiaggia molto frequentata, sarebbe il caso di dotarla di servizi igienici per tutta la stagione...

    RispondiElimina
  5. giusta osservazione, anche se credo che una pisciatina si possa fare direttamente nel terreno se non passa nessuno.
    Ciao, buona settimana !!!
    io sono sommersa di lavoro e non ho ancora potuto farmi neanche uno shampoo :-(
    questo per giustificare la mia assenza dai martellanti commenti che faccio di solito :-)

    RispondiElimina
  6. Caro Nicola, non sta a me fare commenti un po duri, perché tu sai che vivo in Svizzera da oltre mezzo secolo. Mi piace la tua schietta sincerità.
    Buona serata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Ma per la miseriaccia boia, possibile che certa gente non sa usare almeno una minima parte del cervello per far funzionare quegli oggetti soprattutto d'inverno quando la necessità di fare pipì è più pressante?
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  8. eh eh chissà magari inventano quello con monetine!
    saluti zio

    RispondiElimina
  9. secondo me fanno benissimo a rimuoverli perche qui da noi le cose abbandonate (o comunque fuori dal controllo di qualche guardia armata) vanno a ruba!!

    RispondiElimina
  10. Che geni del male. A chi dice di farla contro l'albero ricordo che per noi uomini è semplice, più complesso per donne e per gli anziani che faticano a farla in piedi. Forse hanno paura che si gelano i vespasiani :-D

    RispondiElimina
  11. Ma noi dai, Nik, l'autoctono marca il territorio da par suo... ;)

    RispondiElimina
  12. Ma si, li tolgono perchè gli uccelli d'inverno migrano altrove..
    Ciao amico!

    RispondiElimina
  13. Ciao!
    Io non entrerei in un vespasiano nemmeno se all'uscita ci fosse una sostenuta offerta,la puzza e lo squallore che contiene è indescrivibile,in qualsiasi bar o servizio pubblico è possibile recarsi in bagno i gestori hanno l'obbligo di dare il permesso anche senza consumazione ..
    Buona serata

    RispondiElimina
  14. Il vespasiano portatile? Nooooo che orrore , un ecomostro!
    Ma tenersi la pipì fino al primo bar?, fino a casa? Noooo?
    Italia, paese di incontinenti? :DDDDD

    RispondiElimina
  15. Non ti lamentare troppo. Nella civilissima Germania di Frau Merkel i vespasiani mobili servono solamente agli operai dei Baustelle, dei cantieri edili, che se li piazzano per loro. Poi te li puoi scordare. A Karlsruhe nella strada più centrale che c'è, non per niente Kaiserstrasse nomata, cioè via dell'imperatore (che non c'è più) ne hannominstallato uno. Vedessi che belessa: un cilindro blu alzato verso il cielo, alto non meno di sei metri (che si pisci dall'alto?), che è lardo circa un metro e mezzo, con un apertura che avviene con l'introduzione della fatidica moneta da 50 centesimi, che guarda caso è proprio quella che non hai mai dietro né davanti. Ottenuto un prestito, entri reggendotelo forte per non bagnarti i pantaloni, la fai finalmente (non c'è tanta puzza, quella che basta a farti morire in 40 secondi, quindi datti una regolata), e poi richiusa la patta dovresti, ripeto dovresti, uscire. Se si riapre la porta, che è a scatto. Ci sono le istruzioni ma il solito Uhrensohn, leggi figlio di puttana, si é divertito a strapparla, per cui non ti resta che premere il pulsante di allarme, così all'arrivo dei pompieri, se ancora sei vivo, mezza città vedrà chi è lo stronzo che si è chiuso dentro un cesso pubblico.
    Pisciare in un locale ti costa almeno 2 euro per un espresso, a me che non bevo birra come questi cammelli, altrimenti per una export me la caverei con 80 centesimi.
    Se invece vuoi pisciare su un muro o sotto un albero come suggeriva una tua commentatrice, potrebbe costarti da un minimo di 250 euro a un massimo di una settimana di carcere, commutata in 100 ore di lavoro in servizi di beneficenza. Se ti va bene.

    RispondiElimina
  16. Bello, così puoi farla contro l'albero, e fare pure sano esibizionismo ;)

    RispondiElimina
  17. Mah, che dirti? A me pare che d’inverno su passeggiate di campagna la scarsità di utenti (e di loro incontro) non solo non giustifichi il servizio, ma addirittura incoraggi l’uso della natura: l’albero, il cespuglio, la frasca. E la poesia di quella piccola nube di vapore che va a confondersi con la nebbia lacustre? Il timido rumore del rivolo sul tappeto di foglie morte? “.. odo parole più nuove che parlano gocciole e foglie lontane…” (diceva il poeta).
    Da piccolo mi dicevano che dove pisci (sul terreno) nascerà poi l’ortica. Non che ci abbia mai creduto molto, ma anche l’ortica se il buondìo l’ha creata una funzione ce l’avrà. Come la zanzara (anche se ci sfuggono molti dei disegni divini).
    Insomma, Zio, a me questo dei pisciatòi non pare proprio uno dei primari problemi del nostro Paese, che ne ha già tanti. Ancora ancora in città, ma in aperta campagna…

    RispondiElimina
  18. Almeno tu puoi appoggiare la fronte a un tronco e celare il tutto in una finta conta a nascondino. Io che dico? che sto cercando funghi e che non avendo il cestino li metto nelle mutande?

    RispondiElimina
  19. ehm... non per difendere il mio post-pisciatina (:D)) ma... più che altro era per sottolineare l'assurdità di metterli e poi toglierli quando servirebbero: se non li avessi visti d'estate non mi sarebbe neppure saltato in mente, ma l'italian way of administration si vede anche nelle piccole, piccolissime cose... fra l'altro parliamo di un percorso che si snoda nella natura per chilometri, e locali non ce ne sono (è il suo bello)... come alcuni di voi hanno notato, il problema si pone soprattutto per le donne e per i molto anziani: a un ragazzone come me non è che scappi così spesso e così urgente (oddio, quasi mai) e, quando capita, sono d'accordissimo che pisciottolare dietro un albero come natura comanda non sia un gran problema, anzi probabilmente è pure più bello e meno "plastificato", però, insomma, metterne a decine d'estate e manco mezzo d'inverno continua a sembrarmi nu poco strano... forse davvero hanno paura che si geli tutto quanto, ma non l'hanno inventato il paraflu urinario? :)

    Comunque mi sa che adesso, per protesta, quasiquasi la faccio qui... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dai, organizziamo una pipì di massa in spiaggia ...

      Elimina
  20. Ma una sana svuotata di proboscide dietro la fratta no? :)

    Moz-

    RispondiElimina
  21. Ringrazia il cielo che sei un maschio e che puoi arrangiarti dietro un albero!

    RispondiElimina
  22. Allora... tutto dipende dalla solitudine del posto e dallo stato di "selvatichezza" nel quale si trova... se mi venisse voglia di fare pipi in un posto solitario e selvaggio mica penserei a un bagno...accidentaccio è così bello offrire al fresco parti che raramente vivono questa esperienza... ;) certo se poi il posto è davvero frequentato da anziani, ed è frequentato, comunque, "antropizzato", si dirà così? è una stupidaggine che d'inverno solo perché non ci sono i turisti non ci sia neppure la possibilità di fare pipi "civilmente"...e che è..siamo meno civili di loro? La pipi la sappaiamo fare anche nei bagni, noi italiani!!!!!! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, come ho rispiegato sopra, il pezzo non è in favore di quei cosacci colorati, o contro la sana pisciatina in natura: pensavo sopratutto al disagio di donne e anziani, in un ambiente che da un lato è selvaggio (senza bar ecc.) ma dall'altro frequentatissimo (fin troppo...)

      Elimina
  23. Ma come ti viene in mente di parlare di qualcosa che dovrebbe essere di una banalità intrinseca? Ricordarsi che nonostante le stagioni, l'oggetto è utile e serve sempre, estate e inverno, turisti o meno? Stai sollevando un polverone ricordando che questa necessità fisiologica ci appartiene come respirare e mangiare, URCA!
    Che poi a me nello specifico fa schifo e piuttosto me la tengo tutto il giorno se sono in giro, questo è un altro discorso.
    Ma che vuoi, come direbbe Vincenzo,siamo italiani.
    Che vivono in Italia, non come lui, che per sua fortuna è adagiato sulle rive del Reno(bacio Vincè).
    Detto questo, ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  24. Qui da noi anche ci fossero ormai non li userebbe più nessuno pisciano tutti walter al vento incuranti dei passanti contro il primo albero cittadino o il primo cassonetto per il materiale da riciclare, uno schifo

    RispondiElimina
  25. Quando esci da un colon irritabile cronico ti rendi conto di quanto l'assenza di cessi sul suolo pubblico sia una delle fondamentali violazioni di un qualunque ( massì, anche dal 55 in poi) articolo della Costituzione Italiana, della Carta dei Diritti fondamentali o di qualunque altro documento riguardante le fondamentali e dignitose condizioni per una fottutissima esistenza umana rispettabile XD Enfaticamente parlando ovvio...

    Che poi è vero, non succede mica solo in Italia, giusto a Creta mi pare di averne scorti due o tre per sbaglio...forse...però qui sembra quasi che te lo sbattano in faccia, il tuo bisogno di evacuare...

    Un abbraccio carissimo!
    Fabio.

    RispondiElimina
  26. Però hanno lasciato i cestini per l'immondizia. Ma non è che qualcuno, in mancanza d'altro, sta usando quello giallo per....??? ^_^ ciaoooooo

    RispondiElimina
  27. Uhu, e io come potrei fare? Sarei perduta. Già ho problemi di trattenimento in circostanze ordinarie...

    RispondiElimina
  28. Questo si che non è un sorriso forzato , caro Ziuccio...
    Vespasiani portatili? Che strana invenzione...e solo estivi per giunta e solo per gli stranieri...
    Hanno statisticamente provato che col consumo della birra gli stranieri ci regalano più ammoniaca?
    Va a pensare, per le morsicature delle vespe in estate è l'ideale!

    RispondiElimina
  29. ma dove vai a scovare queste trovate? Sei unico e incredibile Zio Nick!
    UN BACIONE!

    RispondiElimina
  30. come quando puliscono le strade perchè deve arrivare in paese qualcuno di importante per fare bella figura...

    RispondiElimina
  31. a me pisciare d'inverno all'aria aperta non mi piace per niente

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)