"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

sabato 25 agosto 2018

Quindici anni senza Te



E a volte io ancora ti cerco, e a volte quasi quasi ti trovo, dentro un sogno confuso, dentro il battito ferito del mio cuore, nelle parole delle tue canzoni preferite. 
Come “Azzurro”. Come l’Angelo Azzurro che eri quando arrivavi in spiaggia con la tua biciclettina.

«E allora, io quasi quasi prendo il treno e vengo, vengo da te»





18 commenti:

  1. Un abbraccio. Chi ha amato riamato non può dimenticare. E l'amaro del ricordo è parzialmente addolcito da tanti piccoli episodi della vita in comune. La dolcezza di questi riesce a far accettare l'amarezza del distacco, che fa parte dell'umana esistenza. Purtroppo?

    RispondiElimina
  2. Valentino de Curtis25 agosto 2018 10:52

    Un abbraccio grande anche da me.

    RispondiElimina
  3. Nick, non posso che abbracciarti forte! Spesso ho ricordato la tua mamma qui, e continuo a ricordarla attraverso le tue parole, anche se non l'ho conosciuta! Sei un grande :)

    RispondiElimina
  4. forse ho l età che tua mamma avrebbe ora...ti leggo spesso e vorrei consolarti abbracciandoti…

    RispondiElimina
  5. Ricambio con affetto i vostri abbracci.

    Grazie!

    RispondiElimina
  6. Ora capisco.
    Strade, terribilmente, simili portano ad animi con vibrazioni in sintonia...

    RispondiElimina
  7. Mi ha colpito questo tuo post, per la delicatezza dell'argomento. È bella e solare quest'immagine della tua mamma, vi somigliate!
    Stasera ho portato in ospedale la mia e poi sono ritornata a casa e muovermi nella sua stanza, vuota di lei, mi fa male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti abbraccio forte forte e mando un pensiero dolce a tua mamma, anche se so che non ne basterebbero milioni, di abbracci, per riempire certe stanze vuote. I miei più sentiti auguri.

      Elimina
  8. .....mi inviti a rientrare se scrivi queste realtà!

    Ti lascio un sincero abbraccio...

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non servono inviti: qui siete tutti graditi in egual misura. E mi fa piacere che tu stia imparando a commentare il post più recente, senza obbligarmi a scavare nel blog…
      Abbraccio ricambiato.

      Elimina
  9. ....hai detto bene,io sto "imparando" questo ed altro,grazie a te e ad altri....

    Io non so chi tra te e tua madre dovrebbe essere più fiero dell'altro....ma sento che siete indispensabili l'uno e l'altro oltre che l'uno per l'altro!

    Sai Nick ....molte volte faccio fatica ad "imparare" o convivere con certi atteggiamenti umani , dove poco dopo la scomparsa di una persona molto vicina si avverte l'imminente necessità di immortalarla su facebook e su altri social!Un qualcosa di così intimo e personale buttato nella spazzatura.... illusi che sia cielo stellato!

    Qui con te è tutto un altro discorso ...sento brividi sulla pelle e carezze fra anime...qui con te si va molto oltre...la tua capacità di essere umanamente raggiungibile supera anche le barriere del mondo virtuale...e credo che ti sia stato scritto anche qui da persone che ti conoscono meglio!

    Io ti ringrazio e la prossima volta che mi abbracci tieni gli occhi chiusi....

    L.

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)