l'idea più pazza del più pazzo fra gli scrittori

"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

sabato 2 maggio 2015

Pubicità Progresso



2015: 
Preserve the Planet, Please!!!

Prima che il Carcinhomo Pàntegan soffochi e devasti la Terra, distribuisci anche tu Cultura e Anticoncezionali. Contrasta anche tu la funesta ignoranza delle religioni riproduzioniste, e il truce delirio delle ekonomie krescitoidi. Contribuisci pure tu a disinnescare la B.A.D., la Bomba Atomica Demografica. 
Grazie!

Tutti a riempirsi la bocca con questo "ex Po":
 ma che è morto il fiume? O lo hanno asfaltato?
(Zio Scriba, Frammenti mentekatti)

p.s. Visto che non so disegnare, né destreggiarmi con le arti fotografiche, regalo volentieri un paio di idee a vignettisti in crisi d'ispirazione.

Idea 1. 2015: Earth IS NOT our food [immagine di un mappamondo molliccio e orrendamente schiacciato dentro un lurido hamburger, come se fosse una polpetta di gelatina]

Idea 2. 2015: DON'T FUCK THE WORLD! [immagine di maschione scimmiesco che copula con la Terra, sventrandola]


p.p.s.
Chiedo scusa per l'angloide, ma visto che l'emergenza è davvero planetaria, o usavo quello o usavo il cinese.

30 commenti:

  1. Ah, ah, ah, concordo su tutta la linea zione ... di cretini sulla terra ne abbiamo già abbastanza, sarebbe ora di un vero e serio controllo delle nascite. Scientifico e informato, ovviamente senza costringere nessuno a non fare figli, ma manco costringerli a farli ... viva la contraccezione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Manco costringerli a farli" è già illuminante: incredibile il numero degli imbecilli che ancora predicano il "crescete e moltiplicatevi", senza capire che quello valeva per tribù di poche decine di persone a rischio estinzione... (O fingendo di non capirlo: predicano la moltiplicazione in malafede, solo perché gli servono schiavi, fedeli e consumatori...)

      Elimina
  2. p,p,p,p,p,sssss...oppure er romanesco, voi mette?
    A pensacce bbene, ma nun semo troppi su sta tera?
    Si volemo esse sinceri a me nun me dovrebbe da manca tanto pe' leva' er disturbo.
    Te saluto Nicolacorad,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh... avercene come te... bisognerebbe renderti immortale come un Highlander... più qualità e meno quantità, su 'sto ca*** di pianeta! Come specie siamo senza nessun dubbio le cellule tumorali di questo povero organismo-Terra, ma alcuni sono più benigni e altri più maligni... :-)))
      Ciao grande Aldo!

      Elimina
  3. la bomba demografica che disinneschi col preservativo viene azzerata dall'immigrazione clandestina, tempo 10 anni e siamo tutti musulmani o succubi di questa civiltà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente il preservativo lo si intende planetario: certi continenti sono bomba anche grazie ai signori missionari che invece di distribuire preservativi invitano a dare 40 figli al "signore".
      Purtroppo succubi molti di noi lo sono già: basti pensare a quelle pecorelle di scrittorucoli politically corrotti e antioccidentali che stanno protestando contro il premio del Pen Club per la Libertà d'Espressione da assegnare alla redazione di Charlie Hebdo trucidata per quattro disegnini. (Un'orrenda gallina fanatica è arrivata a paragonare la rivista satirica al Mein Kampf!)
      A proposito, se qualcuno sa come procurarsi i nomi di quei 150, per non correre il rischio di sporcarmi coi batteri fecali con cui imbrattano libri... Per ora fra i miei scaffali mi risulta solo la presenza di Patrick McGrath: non succederà più. (Peccato perché eri pure bravino, Patrick, ma i pusillanimi che leccano il culo alla permalosità integralista religioide altrui non mi vanno proprio giù).
      Basterebbe essere chiari sul fatto che se si va in casa altrui si accettano le leggi vigenti in loco. Ma certi sensodicolpisti antioccidentali non accettano neppure l'uso dell'espressione "casa propria" (salvo quando si tratta delle loro villette con colf e maggiordomo, gli stronzi ipocriti...)

      Elimina
    2. E comunque, insisto nel tentare un approccio planetario, che poi è una semplice questione di numeri. Tu Enio ne fai una questione di italiani e clandestini. Ma siamo quasi 8 miliardi. Quando saremo dieci miliardi, basteranno le nostre scorregge per sciogliere l’ultimo cubetto di ghiaccio dei poli e per deforestare totalmente l’Amazzonia, e a quel punto poco importerà se saranno state scorregge tricolori o musulmane. A quel punto non ci sarà posto sulla Terra né per dieci miliardi né per dieci milioni, né per gli italiani né per i non italiani: il Carcinhomo Pàntegan si sarà ucciso da solo, e il povero Pianeta, scrollatosi di dosso lo stupido e nocivo animale che aveva l’arroganza di definire se stesso “sapiens”, potrà tornare a respirare.

      Elimina
    3. Sono andata a cercare i "poveracci" che si sono dissociati dal premio Pen American Center. Notizie sicure solo su sei nomi:
      Francine Prose, Teju Cole, Peter Carey, Michael Ondaatje, Rachel Kushner e Taiye Selasi.

      Letto nessuno, di Ondaatje ho visto il film tratto da un suo romanzo, The Patient English.
      Noioso.
      Per i restanti a parte Rachel Kushner di cui volevo leggere I Lanciafiamme (anni di piombo in Italia stimata da Franzen) dici che mi sono persa tanto? A mio parere e visto la mente a forma di lenticchia, direi di no.

      Elimina
    4. Sei grandiosa! Alla larga dalle lenticchie, quando vogliono fare funzioni da cervello... :-))

      Elimina
  4. Ottime idee per i vignettisti. Occhio: "Earth", non "heart": immagino che volessi dire Terra, non cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la correzione: provvedo subito.
      Il mio angloide è debole e autodidatta: come Corradino ho studiato Francese.

      Elimina
    2. Se avessi usato il cinese non sarei riuscito ad aiutarti. Per me il cinese è... cinese, giustappunto.

      Elimina
  5. "divorare il pianeta" mi sembra più azzeccato come slogan dell'expo, visto i suoi entusiastici sostenitori. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me ne parlare: un fine settimana di retorica mameloide e freccetricoloroide per una baracconata di effetti speciali e di esaltazione delle multinazionali (ma naturalmente non si può più dirlo, per colpa della solita teppaglia squadrista che ha puntualmente messo la sordina alla protesta civile e offerto sostegno gratuito ai latrati del “basta criticare Expo”…). Un fine settimana di propaganda giornalistozza patriottarda che nemmeno ai tempi del fascismo, portata avanti da gente che non si chiede neanche più fino a che punto l’evento “nutrire il pianeta” abbia invece nutrito ‘ndranghetani e compagnia brutta…
      Ciao!

      Elimina
    2. e invece io continuerò a criticare expo e i suoi sostenitori, così come continuerò a criticare imbecilli dalla mente devastata vestiti di nero e incappucciati. Il fatto che quelli siano delinquenti non rende l'expo un evento apprezzabile. Ciao.

      Elimina
    3. Sono perfettamente d'accordo: il mio "non si può dirlo" era ironico, ci mancherebbe.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Incuriosita dal tuo post (come succede novantanove volte su cento) il primo pensiero è andato a quella masnada di poveracci ricchi, che andrà a spendere tanto per essere "dentro l'evento'Expo". Dal biglietto d'ingresso a tutte le iniziative ridicole. Le pezze al culo ce le abbiamo quasi tutti, solo che preferiamo nasconderle, esattamente come facciamo con quelle che abbiamo al cervello.
    Io non andrò, beh questo è chiaro. Mi riservo di "salvare" il mio pianeta lottando contro l'abbruttimento celebrale e usando l'attenzione necessaria nel mio quotidiano e non dando credito a fanfaronate destabilizzanti.
    Adoro il tuo angloide simile al mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io adoro avere lettrici come te. Ma devo avertelo già detto almeno un paio di volte... ;-)
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  7. Sono d'accordissimo con te! La B.A.D. è quella che porterà il pianeta al coéllasso definitivo, ma nessuno o quasi ne parla... chissà perché? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il parlarne (e intendo dire più a fondo di come ho fatto io) richiede troppa lucidità, onestà e intelligenza.
      Com'era quella frase di Arthur Bloch? "La somma dell'intelligenza sulla Terra è costante; la popolazione è in aumento". Perfetta, sia per spiegare la B.A.D. sia il perché non se ne parla... :-(

      Elimina
  8. ma non preoccuparti ci pensa già la sanità con le vaccinazioni o "il potere" con terremoti mirati e provocati

    RispondiElimina
  9. un giorno ho chiesto a mio fratello come mai fanno tanti figli in africa visto che poi muoiono di fame e lui mi ha detto che sapendo che ne moriranno 5 su 6 l'istinto alla sopravvivenza innato in noi li fa procreare ugualmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli eschimesi hanno lo stesso problema, ma lo affrontano nella maniera opposta. E soprattutto, chissà perché, nessun antioccidentale viene a dirmi di sentirmi in colpa se un eschimese muore di fame o di freddo o ucciso da un orso bianco... Mah...

      Elimina
    2. bè il troppo sole sulla testa secondo me fa male.non aggiungo altro

      Elimina
  10. https://www.youtube.com/watch?v=9F44NS5o8RY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, le teorie del complotto no, ti prego... :)

      Elimina
  11. Disinneschiamo la bomba, chiamiamo tutti gli artificieri e gli anticoncezionali a nostra disposizione.
    O diventati tutti gay e lesbiche, che sarebbe anche una soluzione molto pacifica e alternativa :-)
    Grazie per il tuo sostegno e per quello di Corradino, mi ha fatto molta compagnia in questi giorni!
    TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che un po' più di sana e libera "varietà" sessuale non guasterebbe. Pecorscimmie omofobe permettendo.

      Bentornato, caro Amico: la tua presenza qui è una FESTA!

      Due abbracci grandi, da me e da Corradino. :)

      Elimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)