"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

sabato 30 gennaio 2010

Il lato fragile dell'Highlander



Giù



Giù,

nel locale lavanderia profumato di ammorbidente

il mio micino contempla incantato

nell’oblò della lavatrice il movimento dei panni

mentre fuori uno sfarfallìo di neve

silenzioso mi saluta, e un uccellino, di sopra

è venuto a beccare le mie briciole sul davanzale


oggi non riesco a voler male

neppure a chi ho amato e mi ha tradito

vigliaccamente, voltandosi dall’altra parte

per non vedere le mie lacrime

(come in quella canzone di Jannacci:

“Mi hai sporcato girandoti”)


Mi sento un po’

giù


Ma perché ho avvertito il bisogno

di svelare il mio lato tenero e vulnerabile

pubblicando un simile, ridicolo post?

quest’involontaria parodia dell’idea di Poesia?

che ne so


forse è solo che non si può essere

Guerrieri Invincibili a tempo pieno

Scrittori Inkazzati a tempo pieno

Eremiti Orgogliosi a tempo pieno

Umoristi Geniali (e Modesti) a tempo pieno

Eretici Blasfemi a tempo pieno


perché forse, in qualche modo, tutte queste

non sono altro che maschere,

per quanto belle, soltanto maschere

ed è bene,

almeno una volta all’anno, ricordarsene,

e abbassarle, tirarle un po’

giù


o forse perché oggi

è il mio compleanno.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)