"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

lunedì 22 agosto 2011

Poesie del poeta pentito (7) - altri versi adolescenziali (per chi non si fosse stufato dei precedenti)








DEDICA



Per tutti quelli che non sognano
Per tutti quelli che non piangono
E per tutti quelli che non amano

A tutti quelli che non hanno un amico lontano
A tutti quelli che non capiscono, mai
E a tutti quelli convinti che Uomo sia più di Bambino

Perché cambino






VORREI CHE TU FOSSI QUI



Grigie sono queste strade
Come il ponte sulla ferrovia
Le ciminiere e il fumo che ne esce
Grigio è questo cielo
Ricoperto di polvere e foschia
E quelle nuvole che vengono…

Senza colore
Sono ormai gli occhi miei
Dimenticati dal tuo dolce sorriso
E scolorita è anche questa lacrima
Che porta alle labbra il suo triste sapore
Dopo aver percorso il mio viso

Vorrei che tu fossi qui
Voleremmo insieme felici
A dipinger di mille colori
Il cielo, i ponti, le strade
E planeremmo su di un mondo di fiaba
Eterno giardino degli spiriti amanti

Vorrei che tu fossi qui
Per sostituire al tempo l’oblio
Per trasformare in ruscello di gioia
Di luminescenti riflessi scintillante
Come dorata dolcissima cascata di luce
Quella lacrima che ancora ti chiama

Vorrei non essere più






FANTASMA DEL FUTURO



Cammini disperso nel freddo
Di un giorno in bianco e nero
E non riesci a capire se il vento
Ti carezza o ti schiaffeggia
Mentre un pensiero s’intestardisce
A vagare nel tuo cuore vuoto

Sei tu la tua poesia
Anche se non la stai scrivendo, ora
Sono i tuoi passi sulla tua strada,
Umida e strana
Sono i tuoi occhi nell’orizzonte,
Misterioso e lontano
Sei tu

Ti accendi una sigaretta
E per un attimo ti sfiora il desiderio
Di sparire come lei
Bianco fumo nell’aria violenta.
Per un anno straniero in questa città
Immagini di vedere il tuo sguardo
Che nessun altro sta guardando adesso
Mentre il tuo fiato diventa più spesso del fumo

Sei tu la mia poesia
Anche se non ci stai pensando, ora
Sono i tuoi occhi sulla tua strada,
Nebbiosa ed insicura
Sono i tuoi passi verso l’orizzonte
Sei tu, fantasma del futuro






MARGHERITE ROSSE



Un ragazzo si è gettato dalla Tour Eiffel
Una margherita rossa è nata poco dopo
Ha guardato verso la torre, ignara e inconsapevole.
I benpensanti coltivano la loro noia
La innaffiano coi loro aridi commenti
La nutrono con le loro insipide argomentazioni.
Cosa diranno oggi camminando lungo la Senna?
Parleranno male di quell’essere stupendo
E ignoreranno come sempre la margherita.



43 commenti:

  1. fantasma nel futuro (letta già nella tua prima scrittura del post) m'è piaciuta subito, ha quel sano bisogno d'incertezza, almeno io ci leggo quello, con sola guida il proprio sentimento.
    belle anche le altre :)

    RispondiElimina
  2. grande Scriba! COme sempre, tutta la tua sensibilità traspare dai tuoi versi. Grandissimo!

    RispondiElimina
  3. Sono tutte molto belle, ma "Fantasma del Futuro", credo che sia quella che mi è piaciuta di più! :)

    RispondiElimina
  4. * robydick
    Comincio a sospettare che lavori per la cia: il primo tentativo di post, visto il trattamento riservatogli dall'editor di blogger, l'ho eliminato dopo tre decimi di secondo, ma tu hai fatto in tempo a intercettarlo... :D

    * Ser Vlad
    Grazie di cuore, Ser: è sempre bello sapersi seguiti da ragazzi di valore come te!

    * Karma Police
    La peculiarità di Fantasma del futuro (come forse si intuisce da "Per un anno straniero in questa città") è di essere una molto anticipata prefigurazione dell'incubo del servizio militare (anche se naturalmente, come tutte le poesie, può essere letta in mille altri modi)...
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. Dedica me la copio da qualche parte, per rubartela umanamente, visto che la considero semplicemente stupenda

    e fantasma del futuro esprime sentimenti che una volta ho provato anch'io

    grazie lo zì....

    RispondiElimina
  6. Anche a me piacciono proprio tanto. La prima...13 anni?
    Che bravo a conservarle. Io le mie le ho cacciate via. Un raptus in un giorno d'autunno di tanto tempo fa.

    RispondiElimina
  7. Nicolino, ma ma ma.. di' un po'a Greisuccia tua..ti sei un po' pentito di esserti pentito?
    "Dedica" è la mia preferita.. ;)

    RispondiElimina
  8. E'bello rivedere il passato con gli occhi dell'oggi,senza farsene travolgere, e a volte ri-scoprire cose che avevamo rimosso magari, ma erano vere è già oltre lo sguardo. Dedica, il fantasma,e le margherite rosse hanno quella caratteristica. Miaoooooooùùùùù

    RispondiElimina
  9. Caro amico mio, sei straordinario! Nick del passato che non conoscevo, del presente che conosco e che amo, del futuro in cui vorrei ci fossi sempre! La commozione è forte! Fantasma del futuro ha colpito molto anche me, come tutti, ma la commozione aveva già toccato l'apice alla lettura della seconda, "Vorrei che tu fossi qui"! Sono sicuro che tu hai già capito... ovvero hai capito chi sono le due persone a cui sto pensando, la prima a cui mi piacerebbe che tu che l'hai scritta l'abbia dedicata, la seconda a cui io che l'ho letta l'ho già dedicata! Un abbraccio zione, ci vediamo a fine mese! :)

    RispondiElimina
  10. Veramente superbe "Vorrei che tu fossi qui" e "Fantasma del futuro". Ripeto che promettevi già bene.

    RispondiElimina
  11. * Itsas
    ruba tutto quello che vuoi: è così bello sapere le mie parole al sicuro nel cuore e nella mente di un amico... molto meglio che metterle in cassaforte, come dello stupido oro o dello stronzo denaro...

    * Sandra
    ho deciso da tempo di non rinnegare mai nulla di quanto ho scritto, e forse in questo pecco un po' d'ingenuità... per rimediare, mi premuro però di sottolineare sempre come queste poesie siano adolescenziali, perché se la gente pensasse che le ho scritte stamattina, be', allora qualcuna (anche se non tutte!) magari mi imbarazzerebbe... :D

    * Grace
    a volte ci penso, di rimettermi a scriverne di nuove, ma l'ispirazione, che non si può forzare né simulare, non è ancora venuta... se ti piace Dedica, allora la dedico pure a te! :D

    * Felinità
    sì, hai trovato le parole giuste (e i giusti miagolii) per spiegare alla perfezione il perché di questa serie di vecchie poesie messe qui per voi, e per me.

    * nico
    Grandissimo! Dici che riusciamo a organizzare una bella blogger-cena da Luciano? A cominciare da roby, che se ci dà buca ancora, stavolta lo andiamo a prendere a casa, direi... :-))

    * Adriano
    Grazie, caro Adriano, le tue parole mi sono sempre di grande incoraggiamento e conforto!

    RispondiElimina
  12. Guarda che in tempi adolescenziali scrivevo anch'io qualche poesiola...

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  13. Le cose che scrivi ( o che scrivevi ) ed il modo in cui lo fai non lascerebbero insensibili neanche quelli a cui hai dedicato la I composizione. Se solo mettessero gli occhiali.
    Complimenti per il fantasma del futuro. Ci sono delle immagine bellissime.

    RispondiElimina
  14. Non so quale indicare come mia preferita perchè sono tutte degne di esserlo, quello che so con certezza e che leggendoti soltanto oggi come poeta mi fa un enorme piacere.
    Non riesco ad esprimermi meglio.

    RispondiElimina
  15. Molto belle Zione, complimenti!

    Grazie amico mio. :D

    LeNny.

    RispondiElimina
  16. teneramente disperatamente adolescenziali :)

    RispondiElimina
  17. scrivere e leggere (in modo permeabile) è una dannazione a cui assoggettarsi senza ritegno.
    thanks :)

    RispondiElimina
  18. sarò sincero, non riesco a vederti come poeta "in versi", ti preferisco di gran lunga in prosa

    RispondiElimina
  19. Le ho lette tutte molto volentieri, ma anche a me è piaciuta in particolare "Fantasma del futuro", un po' perchè ci ho riconosciuto un periodo della mia vita, ma soprattutto perchè è davvero molto bella.
    Ciao!!!! ^_^

    RispondiElimina
  20. Le prime sembrano un po' troppo simili a delle canzoni. Forse si dovrebbe tagliare un po' di materia.

    I primi tre versi di "Margherite rosse" meritano, invece.

    RispondiElimina
  21. Nella bellissima "Vorrei che tu fossi qui",ho scoperto un Nicola Pezzoli romantico.

    RispondiElimina
  22. A parte il fatto che queste poesie sono una più bella dell'altra, devo dire che "Dedica" e "Margherite rosse" sono davvero eccezionali!! Nei tuoi versi traspare sempre un amore semplice e sincero per tutto ciò che è vita su questa bella terra... :) sei un grande Zio... un grande maestro!!!!! Grazie!!!

    RispondiElimina
  23. oi Nick! un salutone dalla terra del tuo collega Charles bukowski! :)

    RispondiElimina
  24. Mi piacciono molto tutte. Su tutte "Fantasma del futuro", davvero bellissima :)

    RispondiElimina
  25. * Kylie
    sì, è un vizio molto comune... :D
    un abbraccione anche da parte mia!

    * giacynta
    se solo mettessero gli occhiali al cuore e all'anima... per fortuna non tutti ne hanno bisogno, e tu ne sei la dimostrazione. :)

    * il monticiano
    ti sei espresso benissimo, come sempre. grazie!

    * LeNny
    grazie a te, caro amico.
    a presto! :D

    RispondiElimina
  26. * amanda
    ti confesso che, interiormente, da allora non sono mica tanto cambiato... :D

    * listener
    "dannazione a cui assoggettarsi senza ritegno": grazie per questa splendida definizione, che approvo e sottoscrivo (e vivo)

    * Greg
    in effetti il mio vero mestiere è quell'altro: me lo dice il sangue, non devo nemmeno stare a pensarci o a deciderlo...

    * Giada
    grazie, sono contento di poter ricambiare le belle emozioni che mi dai tu coi tuoi disegni e i tuoi dipinti!

    RispondiElimina
  27. * mia euridice
    è vero, molte somigliano più a testi di canzoni che non a poesie vere e proprie... ma non avrebbe senso rimetterci mano: trattandosi di ricordi liceali, tanto varrebbe allora provare a scriverne di nuove...

    * Costantino
    sì, in realtà lo sono sempre stato. per fortuna o purtroppo.

    * Giulia
    grazie, mia carissima amica. però non chiamarmi più maestro, ché mi fai arrossire... :D
    ti abbraccio forte

    * unwise
    mitico unwise! già che sei lì, mi trovi un editore? (non per le poesie, naturalmente...)
    un abbraccio

    (e grazie per il "collega", ma non fingerò falsa modestia: io e il Buk lo siamo veramente!)

    * Danilo
    vedo che Fantasma del futuro è la più gettonata... forse perché leggermente più oscura e misteriosa delle altre: ha il pregio di permettere a ogni lettore di darvi un personale significato

    RispondiElimina
  28. Ecco zio, sai che non te ne lascio passare una e ti bacchetto sempre :p

    RispondiElimina
  29. A me piace molto il penultimo verso di "Dedica". Non so, mi ha risvegliato dentro qualche emozione dolorosa molto antica.
    Saluti nipoteschi e paperi allo Zio

    RispondiElimina
  30. * Greg
    ti eleggo a sentinella del mio sentire, guardia del mio sguardo, coscienza delle mie coscie... :-)))

    * Duck
    credo che una Fanciullezza consapevole, voluta e intelligente sarebbe l'unica salvezza per questo mondo così squallidamente e putridamente "adulto" (e adulterato)...
    saluti ziestri, carissima nipote E paperottola... :D

    RispondiElimina
  31. "Dedica" l'ho messa sul mio blog, ma dammi comunque il consenso.
    Sempre grande, zio.
    A proposito, stamattina mi è arrivato quel libro consigliato da te: la zia Julia e lo scribacchino...tra qualche giorno lo leggerò.
    Ciao un bacio!

    RispondiElimina
  32. * Simo
    Ciao carissima!
    Un triplo grazie: per la visita, per aver seguito quel mio consiglio, e per la mia poesia sul tuo blog (il consenso è scontato, e te lo concedo con gioia ed entusiasmo...) :D

    RispondiElimina
  33. Fantasma del futuro e margherite rosse mi piacciono da morire.

    RispondiElimina
  34. Zio Buk, ehm..... Zio Nick, sono bellissime.
    :)

    RispondiElimina
  35. * Lovi
    ripensando al tuo post accaldato di ieri, Fantasma del futuro presenta anche il vantaggio di essere alquanto rinfrescante... :D

    * Stefy
    grazie per lo Zio Buk... ti adoro! :-))

    RispondiElimina
  36. Come sempre, mi devo prendere un attimo per leggere i tuoi scritti. "Margherite rosse" è la mia preferita.

    RispondiElimina
  37. * Ally
    passa quando vuoi... la porta per gli amici è sempre aperta :-))

    RispondiElimina
  38. Mi ero persa questo splendido post :) sono bellissimi questi versi *-*

    RispondiElimina
  39. sei splendida anche tu, Dreamy, grazie! :-))

    RispondiElimina
  40. Mi è piaciuta molto "Margherite Rosse"!
    "Fantasma del futuro" (fantastica)invece mi fa venire in mente un video dei Green Day che s'intitola "Boulevard of the brocken dreams" :)
    Adesso scrivi ancora poesie o hai smesso? Ciau, buona domenica! :)

    RispondiElimina
  41. * Alka
    Scusa il ritardo, mia nuova carissima amica: mi era sfuggito il commento e con esso la possibilità di dirti BENVENUTA! :D
    Al momento la poesia è forse l'unico genere che non frequento come autore, ma non per scelta razionale e definitiva: l'ispirazione di quel tipo se n'è andata, ma il giorno in cui dovesse tornare l'accoglierò, ovviamente, a braccia aperte, come faccio adesso con te.
    Ciao!

    RispondiElimina
  42. Bellissime.
    La poesia è magica perchè non ne esiste che sia bella o brutta, c'è solo la poesia, e ha sempre senso per chi la scrive. E se ne ha uno anche per chi legge, allora questo è un bel lustrino aggiunto a un gioiello dall'inestimabile valore.

    RispondiElimina
  43. Dai che queste le ho recuperate.
    È davvero un peccato perdersele.
    Non mi piace sempre dire quale mi sia piaciuta di più. Sono sono felice d'averle lette, e mi piacciono molto!
    Grazie poeta pentito!
    Un abbraccio, too!
    Ciao!

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)