Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!

Un Corradino tira l'altro... E l'appetito vien leggendo!
«Pezzoli evolution... tre libri per un solo grande, toccante e indimenticabile romanzo di formazione.»
"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

sabato 23 aprile 2016

Intervista su SMEMORANDA!

Ulteriore foto propiziatoria: Corradino al Teatro Sistina!


«In quanto outsider, in quanto artista estremo e assoluto, in quanto monaco della scrittura che questa schifosa società vorrebbe trasformare in forza lavoro del cementificio o del call center (o in abitante del cimitero), sono a dir poco orgoglioso di far parte di questo movimento, e felicissimo di essere un autore della Neo Edizioni, che ho più volte definito la mia bukowskiana Black Sparrow, ma che rispetto a essa mi pare al momento assai più emergente, più battagliera, più forte, più “cool”.» 

È uscita ieri questa bellissima intervista sul sito di SMEMORANDA, con una minirecensione dove mi si fa l'onore di accostarmi a... Pedro Almodòvar. 
Curata dal sempre magico Alligatore, potete gustarvela cliccando QUI.

E se non vi basta: Corradino si butta nella mischia!
(E non fate arrabbiare i suoi amici: non vi conviene!)

martedì 19 aprile 2016

Altra presentazione di "Mailand": 22 aprile a VARESE


Dopo l'esordio trionfale al Book Pride, riecco il nostro Corradino-Konrad alla conquista della "sua" Varese. L'appuntamento, ormai tradizionale, è fissato per venerdì 22 aprile, ore 18, alla Feltrinelli di Corso Moro. Presenta, accanto all'autore, Paolo Franchini.

Considerato che il 23 sarà la Giornata Mondiale del Libro, quale modo migliore di celebrarla del farsi sorprendere dalla mezzanotte con questo romanzo tra le mani?

E intanto, sempre all'insegna del motto dell'anno, "Corradino uber alles", ecco una delle tante immagini che mi mandano ogni giorno i miei splendidi Lettori: c'è qualcuno che pur di non separarsi da lui se lo porta pure in ufficio, con tanto di cravatta!



Altri se lo godono sul treno da Mailand a Cuviago...




Altri ancora, invece, lo portano con loro a Vienna in gita scolastica!


E altri ancora lo fanno felice portandolo al Mare (promontorio del Circeo)



sabato 16 aprile 2016

Book Pride 2016: NOI C'ERAVAMO!

IN THE NAME OF KONRAD


Vi “dovevo” un post sul Book Pride, la splendida Fiera Nazionale dell’Editoria Indipendente svoltasi a Milano, Area Base, nei primi tre giorni di aprile, e culminata, proprio la sera di domenica 3, con la presentazione del mio romanzo “Mailand”, in una saletta chiamata (cosa che ho trovato assai di buon augurio) Macondo. 
In realtà lo dovevo anche, come ringraziamento, ai tanti che ho visto sbattersi per rendere materialmente possibile l’evento (a cominciare da due ragazzi tecnici del suono a cui abbiamo potuto offrire soltanto un po’ di vino – soltanto si fa per dire, visto che era un sensazionale Montepulciano d’Abruzzo portato dai mitici Angelo Biasella e Francesco Coscioni…), lo dovevo a me stesso e al ricordo dell’emozione provata, ma soprattutto lo dovevo alle tante meravigliose persone venute ad ascoltare il sottoscritto e il sempre trascinante reading dell’immenso Cosh: vecchie conoscenze come Mauro “Unwise” Colombo, Roberto “Robydick” Rotunno, l’Amica lettrice e blogger Mariella, e tante altre che ho avuto la felicità e l’onore di abbracciare per la prima volta, fra cui Stefania Iannolo, Placido Di Stefano (purtroppo assentatosi al momento di fotografare il pubblico), Stefano Sgambati (e tramite lui abbraccio, adesso, Caterina Blum!), Marta Abbà, Annalisa e Gerardo, e soprattutto la simpatica e appassionatissima Sandra Faé, e il di lei consorte. E con loro tanti, tanti altri. Dopodiché, visto che ho già parlato anche troppo, aggiungo qualche fotografia. Anche per dirvi che… ebbene sì, dopo ben otto anni da fighetto coi colpi di sole (mai avevo resistito così tanto con una stessa pettinatura) abbiamo deciso, in onore di “Mailand”, di sfoderare un nuovo look, quasi, dico quasi, da persona seria (ma non lasciatevi ingannare dall’apparenza: sapete bene che da queste parti la troppa seriosità è vista come una terribile malattia!)







venerdì 15 aprile 2016

Eresia flash: da “lassù” mi dicono di non andare a votare… Ma io sono bastiancontrario, dispettoso e intelligentino…

PERCHÉ NOI IL MARE 
LO PREFERIAMO BLU!

Sapete che non amo parlare di politica. Ma mi dicono che lo Sceriffo di Renzingham stia cercando di indurre la gente all’astensione nel Referendum di domenica 17 sulle trivelle, e che stia invece già cominciando a trivellare i maroni per il suo autoreferendum autunnale. Come sempre, i nemici del popolo contano sulla vergognosa regola del quorum per affossare la volontà popolare, come avvenne tanti anni fa col vergognoso e luttuoso caso del referendum contro i pesticidi cancerogeni, clamoroso esempio di (stupido) suicidio nazionale (quanti ne saranno morti, grazie a chi non andò a votare, magari per boicottare l’altro quesito, quello sulla caccia?). Quindi il mio molesto consiglio è: foss’anche solo per dispetto, o per uno scatto d’orgoglio, andate in massa a votare a QUESTO referendum. 
Inutile aggiungere che, già che ci siamo, voterei SÌ. Opponiamoci allo sfruttamento inquinante, deturpante, lesivo e intensivo di Madre Natura: se vi dicessero che nel cuore di vostra mamma c’è il petrolio, le trivellereste il seno? E non fatevi fregare dal ricatto economichese-ipocrita dei “posti di lavoro”. È la solita menata: anche quelli delle fabbriche di mine antibambino sono “posti di lavoro”. E allora? I posti di lavoro si possono riconvertire. E quando si hanno Mari splendidi come i nostri, li si riconverte nel Turismo.
Ma il colmo dei colmi è che per dire alla gente di non votare si ricorre appunto al solito cliché dell’”andare al mare”. Già, proprio quel mare che in caso d’incidente a una piattaforma troppo vicina alla costa rischia di trasformarsi irrimediabilmente in Mare Nero.
Corradino dice: se amate il Mare, andate prima a votare!


lunedì 11 aprile 2016

“Mailand” nel supplemento LA LETTURA del Corriere della Sera! (in edicola tutta questa settimana)

Corradino uber alles!

Corradino si guadagna pagine fra le più importanti, grazie a una bella recensione firmata da Alessandro Beretta. Il quale, avendo nominato anche questo blog e i suoi (meravigliosi) lettori, merita un ringraziamento anche da parte del mio alter ego Zio Scriba.  Danke!

[come sempre, cliccare sulla foto per ingrandirla]

Aggiornamento: altra splendida recensione su "nerdelite", by Giovanni Marchese.
Ulteriore aggiornamento: Corradino-Konrad è anche sul bellissimo blog di Mariella.


giovedì 7 aprile 2016

Eresia flash - Quando lo stupore stupisce


Scusatemi tanto, ma se penso a CHI pubblica libri in italiA, a CHI viene recensito in pompa magna, a CHI viene invitato in televisione, io proprio non riesco a scandalizzarmi per ‘sta cosa (indecente finché si vuole) del signorino Riina. 
Premesso che certe trasmissioni non le guarderei manco se mi pagassero [facessero tutti come me, il problema non si porrebbe, e certe persone dovrebbero finalmente trovarsi un altro lavoro…], direi anzi che quell’intervista è stata a suo modo (e senza volerlo) meritoria e necessaria: nel senso che ci ha ricordato che viviamo pur sempre in un contesto ITALIOSO, fusione di “italiano” e “mafioso” (i cruscozzi se ne stiano pure comodi, i miei neologismi li tengo per me e per i miei 25 Lettori – questo, insieme a molti altri, lo trovate fra le pagine di “Mailand”, Romanzo di cui difficilmente vi parlerà la sbiascicante servitù dell’Audience).


martedì 5 aprile 2016

Dieci buoni motivi per NON leggere "Mailand" :)


Ringraziando la cara amica Giuditta Casale per l’ospitalità offerta a me e a Corradino-Konrad nel suo simpaticissimo spazio letterario, vi invito a leggere i dieci scherzosi motivi per NON leggere il mio nuovo romanzo “Mailand”.
Per me si è trattato di un gradito ritorno sul luogo del delitto, perché avevo già avuto l’onore e il piacere di giocare a questo gioco ai tempi di “Quattro soli a motore”.






E per chi non è mai sazio, segnalo una splendida recensione apparsa sul mitico Blog dell'Alligatore.
Grazie Ally!


venerdì 1 aprile 2016

Da oggi in tutte le librerie "Mailand": eccovi la quarta di copertina e le due belle frasi in esergo.

CLICCARE SOPRA PER INGRANDIRE



«Libertà e perline colorate, ecco quello che io ti darò
E la sensualità delle vite disperate».

(PAOLO CONTE, Un gelato al limon)



«Comunicare è da insetti. Esprimerci ci riguarda».

(MANLIO SGALAMBRO)