"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

lunedì 13 maggio 2013

LIBERA CIRCOLAZIONE DI STOCA***

30 commenti:

  1. libera circolazione dei capitali, mica delle persone e delle idee, tu fai confusione con le regole di questa nostra fantastica contemporaneità ;-(

    RispondiElimina
  2. Mi ci voleva proprio, Zio Scriba: una bella risata di prima mattina e adesso tutto è più luminoso!
    Grazie e buona settimana.

    RispondiElimina
  3. Nico' questa scenetta che ho rivisto non so più quante volte è la copia perfetta della vita attuale in Italia.
    Qualche risata amara c'è pure scappata.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  4. Questo film è una meraviglia. Il modo giusto per iniziare la settimana :)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. È uno dei miei film preferiti di sempre. Un capolavoro assoluto.

    Sul motivo della scelta, e del titolo che ho dato, Antonio ha colto nel segno. Dirò di più: non si tratta solo di confini, oggi, ma anche di ciò che accade all'interno di essi, l'arroganza iper-legiferante, iper-regolante, iper-tassante (e l'ottusità burocratica, la scarsa intelligenza ed equità, nell'applicare tutto ciò).
    Si tratta di circolazione tout court. Quella stradale (con gli autovelox usati apertamente come agguati per far cassa mediante estorsioni al cittadino) e soprattutto quella delle idee (le poche rimaste) con l'avvento dell'era della censura repressiva e punitiva, l'imminente spauracchio dell'autovelox del web, volto a fare cassa multando per volgarità, oltraggio o vilipendio chi magari scrive "scemotto" in un momento di rabbia (o di goliardia) o "cretinetto" in un racconto di fantasia...
    Non ci resta che piangere. Finché non proibiranno (o tasseranno, o entrambe le cose) anche le lacrime.

    Per fortuna si può anche provare, almeno provare, a riderci sopra. È questa la lezione dell'angelica genialità di Uomini come Troisi.
    Buona settimana a tutti! :)

    RispondiElimina
  6. che meraviglia di film! e poi questa scena l'avremo ripetuta migliaia di volte così solo per ridere... io direi che a questo mondo esiste la libra circolazione di chi ha una carta di credito ben fornita

    RispondiElimina
  7. Un film stupendo, che fa parte della mia collezione, prima di VHS e ora di DVD, ma che è sempre un piacere ricordare :)

    Riguardo la censura e la "libera circolazione" hai già detto tutto tu, assieme ad Antonio. Inutile ripetervi.

    RispondiElimina
  8. Un film meraviglioso e divertente.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  9. Una delle scene topiche della filmografia italiana :)

    Moz-

    RispondiElimina
  10. Paradossalmente, da allora è cambiato ben poco.
    Film eccezionale anche se con qualche tratto della trama non sviluppato a dovere. Ciao Zio

    RispondiElimina
  11. il titolo è perfetto per la situauzione che stiamo vivendo!! ciao Zio

    RispondiElimina
  12. ahahah che film! comunque è vero: è proprio il caso di dire Vafangulo!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  13. Millequattrocento, quasi millecinque.
    Ciao Nick, e grazie di amare quello che a casa mia è venerato :D

    RispondiElimina
  14. Nel "Viaggio in Portogallo" di Saramago, il viaggiatore ferma la sua auto sulla linea di confine fra Spagna e Portogallo. Il cofano motore è in un paese, mentre il bagagliaio è ancora nell'altro. Poi, sceso dall'auto, osserva giù lungo il fiume che scorre parallelo alla strada e vede i pesci che nuotano liberi in sù e giù, ignorando quelle frontiere. Ecco come il grande Josè descriveva l'assurdità dei recinti che gli uomini costruiscono per impedire la libera circolazione.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Una gag che amo, in una sfera alquanto intima, ripetere spesso!

    RispondiElimina
  16. Benigni :') quell'uomo è incredibile ahah!

    RispondiElimina
  17. E' tempo di respirare, hai ragione!
    Ciao, Nick, caro

    RispondiElimina
  18. non ci resta che piangere forse ... ma ridendone un po'....... un bacio Nick miao
    ps mi sono accorta che si è moltiplicato il mio commento. scusa fffffffffffrrrrrrr

    RispondiElimina
  19. Nessun problema, ho appena fatto pulizia... :-))))
    Un bacino della buonanotte a tutti e a tutte!

    RispondiElimina
  20. Risposte
    1. Benvenuto/a a bordo!
      Purtroppo non posso ricambiare la visita, perché non hai abilitato l'accesso pubblico al tuo profilo.

      Elimina
  21. Heilà, ho letto il post "Allegramente" ma ho preferito non commentare per semplice rispetto nei tuoi confronti...

    Volevo dirti semplicemente che non sono sparito ma tesine ed esame incombente mi tengono abbastanza per i cabassisi :)

    Un abbraccio amico mio!
    Fabio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mon ami.
      E per le tue incombenze, in bocca al Lupis!
      (O anche, come dico ultimamente, in bocca al culo e in lupo alla balena! :D)
      Ti abbraccio anch'io.

      Elimina
  22. Memorabile scena di un film tutto da ridere ...veramente fatto bene, vorrei tanto rivederlo tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non conto più le volte che l'ho rivisto... :)

      Elimina
  23. Ti piacerebbe far conoscere il tuo blog ai lettori del Moz o'Clock, in modo simpatico e divertente?
    Passa a trovarmi dopo la mezzanotte per tutti i dettagli! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  24. questo brano è proverbiale!!!! :-)

    RispondiElimina
  25. Film fantastico. Uno dei miei preferiti, anche se una volta feci una battuta su una persona citando una scena e quella si offese a morte.
    E' così difficile trovare un po' di autoironia a sto mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Autoironia e Intelligenza sono praticamente LA STESSA COSA. Non c'è da stupirsi del fatto che siano più rare di una mosca bianca fatta di platino... :-))))

      Elimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)