"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

venerdì 21 dicembre 2012

Prrrrrrrrrrrrrrrr!!!! (...ofezia dei coglioni)


Posso vantarmi, ma veramente vantarmi, di averne parlato (per scherzo) solo UNA volta, in occasione del raccontino demenziale dello scorso gennaio, che qui sotto ripropongo. Perché ci sono argomenti che già alla seconda volta mi fanno rotolare per terra i maroni, mentre di questo negli ultimi due anni si è sparlato alla nausea miliardate di volte. Non starò a dire se alla fine sia stato più irritante chi ci credeva, chi non ci credeva, o chi faceva finta di crederci per vendere più copie di giornaletti o per pappagallare un argomento alla moda. Dirò solo che il premio assoluto ai più fessi, il Mayalino Ritardato d’Oro, va sicuramente a quei poveri idioti (in maggioranza americani) che si sono svenati per riempire le case di kit di sopravvivenza. Che cazzo ti sopravvivi, se credi in una catastrofe astroplanetaria che spazzerà via tutto in pochi secondi? Ma comprati un kit di eutanasia, piuttosto, o bischero! O noleggiati un kit di puttane per un’allegra orgetta finale. E ora la mia (facile) profezia per il 2013: fra tante annunciate rotture di coglioni e casini politici, almeno una buona notizia: tutti quelli che per due anni ci hanno frantumato la minchia con ‘sta cacchio di profezia, dovranno trovarsi qualcos’altro a cui pensare. 
Ci riusciranno? E se sì, sarà qualcosa di meglio, o solo un'altra insulsaggine per babbei che prenderà il posto della precedente? 
O la vera profezia riguardava per l'appunto (e per il cazzo e per Giove) l’estinzione dell’intelligenza e dell’originalità?

DIARIO SGARUPPO – La Prozzia dei Maya

La siniora maestra a deto che secondo à la Prozzia dei Maya ch’isto je l’ultimo ano del Monno eppoi strop. Secondo ammè sta Prozzia è un postronza. Nun se fa li cazzi sua. E mena sfiga. Alora il mi amico lo scugnizzo Lo Munco (chillo che dobbiamo fondare la bebigheng, ma non riusciamo a decidere a chi dei due commanda, e ci meniamo fra nnoi con la mazza sterrata ma poi facimmo pace co’ nu poco di bernocoli) a chieduto se il dio dei Maya era lu famoso dio Mayalo, e alora la maestra lo a sbatuto fuori dala classe per la bruttaparola. Poi la maestra a deto che inv’ece il dio dei Maya è nu Serpente piumato, perhò lei per questa cosa non si e mica sbatuta fuori. Pecché maialo è brutto e serpente no? Forse è la parola “piumato” che salva. Debo dicere al mio amico lo scugnizzo bernocoluto Lo Munco che la prossima volta dicesse “maialo piumato”, così scatta la dulgenza e nun va in corridoio che ci stanno gli spifferi. 

Poi dopo ci sarà lu Pregiudizio Universalo, che vuol dire che quelli che stanno sinpatici ai preti o sputacaso ai cellini vanno al Paradiso mentre tutti li altri vanno a fanculo. 
(E come dice sempre il nonno Artemio sclerotico che era professore di Latrino abusivo: “In secula s’incularunt”.)
Il Paradiso io me lo imagino unpò come la spiaggia di Porcacapanna in Brasile, che però seppoi bisogna riempirla di ricchi strunz e di bigotti duracel, detti anco mangiapile, tanto valeva farlo a busto arcazzo o a casalpustarlongo che sono megghio serviti dai bus. 

Pevvenire alla cronica du rione Malasanità in di cui habbitiamo, ieri stava pure il compleano della zia Infilzata, e la zia Bisunta ci ha regalato nu cristero di gomma perhò usato, mentre il zio Mitocondrio non ci a regalato nu cazzo, inv’ece le altre zie insieme a mia matre Isoterma anno fato ‘na coletta de munete e ci anno regalato nu babbà che però stava nu poco scaduto e ci e venuta la dia rea, chesarebbe poi lammerda squaqquera. Lu regalo piu migghiore si è così come sempre rivelato chillo del zio Aristobecco che pensa sempre a fare i regali utili, e questa volta ci aveva regalato nu pacchettino tutto bello colorato e fiocchetato con dentro due pastocchie di Imodiùm. 

La zia Incatramata inv’ece si è clissata, essente che da nu poco tiene u figanzato (secondo ammè nu poco ciorbo) e sono iuti insieme cu mortocarro de li pumpieri funebbri al concerto dei Reddòtt Sergenpepper, solo cheppoi anno sbagliuto strada per evitare un aguato degli sbirri bashtardi checciavevano abbordo delle cose e accussì sono furnuti a quello il concerto di una certa Pausina, chepperò pur troppo pause nun ne faceva e allora son dovuti scappare via per non sentirla troppo, che i tinpani sono eseri viventi pure loro che sofrono.

Inv’ece la zia Protomartira à la coletta nun ce a parteccipato pecchè sta nu poco avaroggnola, che perhò io dico, come direbbe lu boia di cavalli appesi Cattalàn, megghio avere parenti avari che parenti che faciscono regali di mmerda.


47 commenti:

  1. Spassosissimo il racconto :D
    Sono sicuro che inventeranno un altra prozzia, che questa ha venduto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già: pare che gli instant book raffazzonati venduti insieme a certi giornali stiano andando via come il pane... quasi peggio dei kit di sopravvivenza, almeno lì c'è dentro qualcosa da magnare...

      Elimina
  2. Ahahahah!
    E son d'accordo con SazioZero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di farti divertire. E qualcosa mi dice che son d'accordo pure io... :-))))

      Elimina
  3. Ciao Nick,
    ben fatto a riproporre questo racconto, che mi era sfuggito e che ho letto sganasciandomi dalle risate.
    Devo dirti che per me sei Tu la fine del mondo (o quantomeno la fine del mio rapporto di lavoro...se non smetto di ridere)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh... bisogna trovare un modo per sganasciarsi col silenziatore...
      Ma ce l'hai poi fatta con l'editoriale?
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
    2. No, non ci riesco, non lo apre...
      accidenti!

      Elimina
    3. Non ci capisco più niente. Proverò a chiedere a loro se hanno lavori in corso o simili sul sito, ma in tal caso dovrei avere anch'io gli stessi problemi. Non avrai per caso il famigerato explorer? :)
      E tanto per provarle tutte: hai fatto tentativi attraverso gli altri link (tipo la copertina del libro in alto a destra) o con l'accesso diretto da google?

      Elimina
  4. Ci ho riso tanto anno scorso su questo Sgarruppo e ci rido anche oggi e anche il prossimo anno se me lo rileggo! Niente da dire..i tuoi racconti sono veramente esilaranti. Ne approfitto carissimo per farti gli auguri di buone feste...che babbo Natale ti possa portare tanti ma tanti soldini dalla vendita dei tuo libro. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti auguri (e meravigliosi auspici come quelli che tu mi rivolgi!) anche a te e a tutte le persone cui vuoi bene!
      Abbraccio ricambiato.

      Elimina
  5. Il racconto l'avevo letto ma non lo ricordavo così delirante e divertente!
    Per quanto riguarda la fine del mondo, è gia' avvenuta da un bel po', solo che non ce ne siamo accorti..
    Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmm... un po' ci si accorge... sui marciapiedi incroci solo morti che camminano, come fossero comparse di un nuovo film sugli zombi... ma non c'è nessuna troupe intenta a girarlo... e non è affatto la crisi: era già così molti anni fa!!

      Un caro abbraccio anche a te, collega survivor :)

      Elimina
  6. Ridiamoci sopra caro Nicola, che siamo pronti a tutto.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. gli apocalittici sono sempre stati tra noi... per la nostra fine del mondo quella quotidiana non basta nemmeno il bunker! un abbraccio zio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione a parlare di fine del mondo quotidiana: ci vogliono omologati, ci vogliono schiavi, ci vogliono ignoranti, ci vogliono non pensanti, e soprattutto ci vogliono non leggenti... ma nostri bunker saranno il Cuore e l'Intelligenza!
      Un grande abbraccio pure a te!

      Elimina
  8. ora che farà giacobbo , quale altra minchiata troverà? se si aggira senza sparare puttanate a destra e a manca potrà essere pericoloso più di quando le spara?

    passa da noi che c'è il regalo di natale per te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chi caz** è giacobbo?

      Meraviglioso il regalo su misura, grazie!! :)

      Elimina
  9. Magari saranno proprio 'sti mentecatti a riportare in Parlamento il tanto desiderato(?) signor Bersticojoni!

    E.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma stavolta per lui si avvererà la famosa profezia di Garrani: "Arcore: non si comanda!"

      Elimina
  10. Vorrei anch'io un cristero di gomma. Suppongo sia multiuso e possa regalare attimi di intenso e piacevole trastullamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari la zia Infilzata te lo gira di terzo cu...ehm... di terza mano... :-))

      Elimina
  11. Concordo in toto. La fine del mondo ha veramente rotto gli zebedei. Poveri noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quelli sono davvero riusciti ad estinguerceli! (quasi :D)

      Elimina
  12. Spassosissimo il racconto.
    Per quanto riguarda la profezia maya è stata molto utile per dare da mangiare ai mass media , sempre affamati di cavolate da propinare ai quattro venti. Ora inizieranno di nuovo con la principessa in cinta che ha le nausee.

    Tantissimi auguri di buone feste a Te e Famiglia.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le fanno venire a noi, le nausee, certi mass merda... :)

      Ricambio con affetto i tuoi auguri, per te e per tutti coloro a cui vuoi bene.

      Elimina
  13. Risposte
    1. Siccome non sono scaramantico, rispondo digitando molto lentamente, causa mano ben premuta sui coyotes... :-))))
      Ricambio gli auguri, naturalmente :)

      Elimina
  14. Eccezionale, come sempre. Buona fine e buon principio.

    RispondiElimina
  15. Ancora una bellissima storia, scritta con la tua sottile maestria.
    Ero piccolina quando il mio fratellone mi raccontava di persone in fuga verso il Piancavallo (Dolomiti friulane) perchè anche allora era stata prevista l'ennesima fine del mondo.
    Non avevo alcun dubbio sul fatto che avremmo continuato a scriverci, caro Zio!
    Un abbraccione :-)
    PS. e comunque è tutto merito del berluska, ci ha salvato lui grazie ai suoi ottimi "rapporti" con le donne dei Maya (le Mayalone...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. azz... salvati dal berluska, dici? Allora quasi quasi mi sparo per dispetto... (La curiosità si sposta così sul 22 dicembre: ci sarà ancora lo Zio Nick? :D)
      Un abbraccione anche a te!! :)

      Elimina
  16. Adessoci sono occasioni d'oro per comprare kit di sopravvivenza,
    Non so cosa farne ma costano poco e non si sa mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vero colpo di scena sarebbe risponderti: "Te ne svendo qualcuno dei miei"... :-))))

      Elimina
  17. Nico' i tuoi racconti saranno pure demenziali ma sono esilarantissimi.
    Auguri affettuosi.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Aldo.
      Auguri e saluti pure a te, ma soprattutto un affettuosissimo abbraccio.

      Elimina
  18. Ottimo! Non trovi qualcuno più concorde di me! Sai, da quanto la cosa aveva sfasciato i cosiddetti mi ero riproposta di ignorare bellamente l'argomento fosse stato anche criticarlo... ma non si può fare a meno di commentare l'enorme pernacchia a questa grossa fandonia che hanno cavalcato in parecchi. Ma andate a ..... Ma come si fa. Come si fa? Come si fa!? Te lo giuro in questi giorni per questa ennesima minchiata proposta e finalmente giunta al capolinea mi era salito il fumo al cervello. Menomale che è passata.
    Ciao Zio!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho detto in un commento altrove, c'è troppa gentolina teledipendente che, credendoci più, credendoci meno, si lascia comunque dettare dai mass MERDA l'agenda delle cose a cui pensare e di cui parlare: è mai possibile che per oltre un anno non si poteva stare 5 minuti a tavola o in un luogo pubblico senza che qualche imbecille col cervello radiocomandato non tirasse fuori (e non importa se seriamente o per scherzo) 'sta cosa insulsa????!!!!
      Ciao carissima!!

      Elimina
  19. Divertentissimo!
    Ieri facciabbuco era pieno di gente che non poteva fare a meno di dire la sua su questa stronzata, ma la più carina, che ho condiviso, è stata il 12 dicembre, c'era una foto di Albanese nei panni di Cetto Laqualunque con scritto: oggi 12-12-2012, alle 12 e 12 lo sapete cosa è successo?
    Una beata minchia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa importante era successa (non su fessobukko, per fortuna): il mio post col premio a sorpresa per il miglior "regalatore" di Quattro soli... :-))))


      Elimina
  20. Siamo in due, io ho parlato un anno fa se non erro e poi il silenzio assoluto :-D Temo che quei cazzoni che diffondono certe teorie faranno presto ad inventare qualcos'altro e i boccaloni ci crederanno ovviamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da te dicevi che i TG di basso livello non parlavano d'altro. Ma perché, abbiamo anche TG di alto livello? :)
      Se l'umanità andasse giudicata dai TG (e dalla gente che pende più volte al giorno dalle loro cantilenose, raccomandate e marchettare labbra) la conclusione, maya o non maya o ape maya sarebbe: Diluvio Universale subito, grazie.

      Elimina
    2. Meglio di no, ormai quasi tutti sanno nuotare, ci salveremmo in troppi. Eppoi sicuramente ci sarebbe un'arca del parlamento, per salvare il peggio. Meglio un'implosione, tipo quando si spiaccica un uovo crudo sulla fronte a qualcuno, ad esempio su ciascuno di quelli dell'arca citata.
      Comunque dovremmo stare tranquilli almeno fino al 2035: hai voglia che prima d'allora di cazzate ne vedremo a iosa; e perloppiù le subiremo, soprattutto nel nostro piccolo e povero quotidiano.
      (C'entra un tubo, ma ci tenevo a comunicarti che il regalo è andato a buon fine e, dalle premesse, direi che ho scelto bene la destinataria: ha subito letto la seconda di copertina, scoppiando subito a ridere. Mi ha un po' spiazzato chiedendomi di autografarlo con dedica, a riprova ulteriore del suo spirito ironico).
      Ciao, auguri, per tutto quello per cui li ritieni utili.

      Elimina
    3. Sarà come
      L'Orca di Noè
      Gli disse so nuotar
      Va' da' via i pè! :-))))

      Auguri anche a te!!!!

      Elimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)