"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"

venerdì 26 agosto 2011

Piccolo Spazio Pubicità



hotspots (futili suggerimenti commerciali)


1) MENTEKATTIN FORTE
protagonista unico, in primo piano. Più un portatovagliolo a forma di paperella.
«Avevo dei seri problemi.
Parlavo tutto il giorno col mio portatovagliolo di legno a forma di paperella» (mostra la paperella) «che naturalmente non mi rispondeva mai».

«Mi sentivo solo, alienato, sull’orlo della follia».

«Allora ho provato MENTEKATTIN FORTE, supposte al rabarbaro» (mostra confezione)

«MENTEKATTIN FORTE, suppostone al (deglutisce) rabarbaro,
ha risolto i miei problemi!!!»

«Adesso il portatovagliolo mi risponde!» avvicina a sé la paperella e le parla sottovoce
«Vero Rebecca? Spiegalo anche tu ai signori».

Voce velocissima fuori campo
«È un medicinale con prezzo da ladri, verificare che il vostro medico sappia a memoria il giuramento di Ippocrita, e leggere attentamente le avvertenze in aramaico per non rischiare di lasciarci le penne nel qual caso sono cazzi vostri. Nelle migliori edicole»


2) PULI PULI

due adulti del genere scimpanzorla-neanderthal, più sporchi e malconci che si può.

Voce fuori campo
«Abbiamo lavato questi due zozzoni.
Uno con semplice acqua e sapone, l’altro con PULI PULI, il nuovissimo lavazzozzoni»

Jingle:

«Puli puli / Pulisciti un po’ l’ano
Te devi lavà / Non è mica un fatto strano»


«Uno è morto, perché era allergico al sapone» visione di cadavere in camera ardente
«L’altro fa più schifo di prima, perché il detersivo PULI PULI è una grandissima Bip!
(non più fuori campo ma in primo piano, si deve vedere il labiale “cagata”)


RIFIUTATI DAI COMMITTENTI !*



(*che si sono pure incazzati, ma guarda te che gente…)



lunedì 22 agosto 2011

Poesie del poeta pentito (7) - altri versi adolescenziali (per chi non si fosse stufato dei precedenti)








DEDICA



Per tutti quelli che non sognano
Per tutti quelli che non piangono
E per tutti quelli che non amano

A tutti quelli che non hanno un amico lontano
A tutti quelli che non capiscono, mai
E a tutti quelli convinti che Uomo sia più di Bambino

Perché cambino






VORREI CHE TU FOSSI QUI



Grigie sono queste strade
Come il ponte sulla ferrovia
Le ciminiere e il fumo che ne esce
Grigio è questo cielo
Ricoperto di polvere e foschia
E quelle nuvole che vengono…

Senza colore
Sono ormai gli occhi miei
Dimenticati dal tuo dolce sorriso
E scolorita è anche questa lacrima
Che porta alle labbra il suo triste sapore
Dopo aver percorso il mio viso

Vorrei che tu fossi qui
Voleremmo insieme felici
A dipinger di mille colori
Il cielo, i ponti, le strade
E planeremmo su di un mondo di fiaba
Eterno giardino degli spiriti amanti

Vorrei che tu fossi qui
Per sostituire al tempo l’oblio
Per trasformare in ruscello di gioia
Di luminescenti riflessi scintillante
Come dorata dolcissima cascata di luce
Quella lacrima che ancora ti chiama

Vorrei non essere più






FANTASMA DEL FUTURO



Cammini disperso nel freddo
Di un giorno in bianco e nero
E non riesci a capire se il vento
Ti carezza o ti schiaffeggia
Mentre un pensiero s’intestardisce
A vagare nel tuo cuore vuoto

Sei tu la tua poesia
Anche se non la stai scrivendo, ora
Sono i tuoi passi sulla tua strada,
Umida e strana
Sono i tuoi occhi nell’orizzonte,
Misterioso e lontano
Sei tu

Ti accendi una sigaretta
E per un attimo ti sfiora il desiderio
Di sparire come lei
Bianco fumo nell’aria violenta.
Per un anno straniero in questa città
Immagini di vedere il tuo sguardo
Che nessun altro sta guardando adesso
Mentre il tuo fiato diventa più spesso del fumo

Sei tu la mia poesia
Anche se non ci stai pensando, ora
Sono i tuoi occhi sulla tua strada,
Nebbiosa ed insicura
Sono i tuoi passi verso l’orizzonte
Sei tu, fantasma del futuro






MARGHERITE ROSSE



Un ragazzo si è gettato dalla Tour Eiffel
Una margherita rossa è nata poco dopo
Ha guardato verso la torre, ignara e inconsapevole.
I benpensanti coltivano la loro noia
La innaffiano coi loro aridi commenti
La nutrono con le loro insipide argomentazioni.
Cosa diranno oggi camminando lungo la Senna?
Parleranno male di quell’essere stupendo
E ignoreranno come sempre la margherita.



domenica 14 agosto 2011

Pazze chiavi di ricerca (secondo round): per quali strane vie la gente arriva qui…


BUSSATE E VI SARA’ APERTO. (Il culo)


1 farsi scoppare dal proppio cane [ma sei proppio un gennio!]

2 nipote lava i piatti lo zio la ciula

3 porno film gratis individui timidi e vergognosi

4 porno racconti con cacca

5 psicopatologie con lista [la stiamo appunto compilando qui…]

6 cazzate di maurizio compagnoni

7 film porno gay avvocato incula il suo amico nel suo studio [se è nell’ascensore non va bene?]

8 purtroppo internet non è immune al pecoronismo [eh no…]

9 mette i petardi negli slip del marito [il mondo è pieno di scassaminchia]

10 video bisex scopano a gran voga a sborrano

11 inculata

12 elenco film sulle zie troie

13 massaggi luix luix pene

14 racconti erotici gratis

15 video porno in cucina lei prepara lui porco sulla scala [?]

16 letture gratis storie erotiche nipote e zia [“gratis” e “zia” sono le parole che ricorrono più spesso: sarà la stessa persona, leggermente tirchia e leggermente fissatella?]

17 misteri scul incorregibili

18 inculata gay di marinai

19 si chiamava friedrich capitoli

20 scatolo stivali mou

21 giogattoli erotici anali

22 ingravidare moglie altrui

23 mia moglie scopa con gli sconosciuti

24 como inserire il codici de un anuncio nella cabina telefonica [questo merita un premio, anche se fa pure un po’ pena]

25 mario monnicelli [e commencini dovve lo metiammo?]

26 “il manuale di nonna papera” download megaupload

27 gasbà

28 troiette

29 suore teste di pezza

30 significato dedica fatta da ammaniti a sua sorella

31 tutti eroi o il piave o tutti accoppati [eh?]

32 donne fra i 20 e i 50 italiane con mariti contemplativi

33 nonni gay

34 mi dispiace di averti illuso

35 gnocca pazzesca

36 auguri pei i 44 anni [azzo che spontaneità! E il poveraccio che riceve gli auguri magari crede sia un pensiero genuino pensato apposta per lui…]

37 biglietto auguri per 44 anni [azzo che intelletto! Avete il computer e internet e ancora vi serve Totò lo scrivano che vi scriva la lettera!]

38 canzoni dedicabili a un ragazzo [anche tu non scherzi: non vorrei mai essere quel ragazzo]

39 nicky-boy bisex [cercavi muà? :D]

40 cane che caga [nel mio blog?! Almeno usa la paletta, spurcaciùn!]



martedì 9 agosto 2011

CIECO CON LA PISTOLA



Cieco con la pistola è un buon libro del 1969 che vi consiglio di leggere. Ma quelle che adesso voglio proporre alla vostra riflessione sono le parole scritte come breve prefazione dall’autore, Chester Himes. “Un mio amico, Phil Lomax, mi ha raccontato questa storia, di un cieco con una pistola che ha sparato a un uomo che lo aveva schiaffeggiato sulla metropolitana, uccidendo un passante innocente che stava leggendo in santa pace il giornale al di là dei binari. E io ho pensato, è proprio così, sembra di sentire il telegiornale di oggi: rivolte nei ghetti, guerra in Vietnam, imprese masochistiche in Medio Oriente. E poi mi sono venuti in mente alcuni tra i più spacconi dei nostri leader, che incitano i nostri vulnerabili Fratelli a farsi ammazzare, e allora ho pensato che tutta questa violenza disorganizzata è proprio come un cieco con la pistola.