"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

mercoledì 3 novembre 2010

Se dei Maiali di Orwell resta solo il (piccolo) glande



DIREI MEGLIO GAY,
CHE NANI FASCISTI




Assai raramente su questo blog ci si è voluti insozzare con la lercia politica di questo paese arretrato, corrotto, ignorante, mafioso, stupido e disonesto. Non perché non sia nelle nostre corde: è che proprio siamo schizzinosi.
Merda: volevo godermi ancora un po’ le mie poesiole postate appena ieri sera nel linkazzo riarredato, ma come si può stare zitti davanti a gente che se ne va in giro, come direbbe il Paul Auster di Smoke, con la testa infilata nel culo?
Eh sì, perché ieri Coso Nostro, pur essendo sempre più piccino, l’ha detta proprio grossa. Per difendere a randa tratta i suoi sputtaneggiamenti più o meno minorili (di cui personalmente non mi frega uno stracazzo) ha pensato bene di uscirsene a dichiarare “Meglio appassionati di belle ragazze che gay”. (Immaginare prego la neanche troppo segreta standing ovation da tutte le fogne d’italiA, a tombini spalancati...)
Che cazzo c’entravano, i gay? Che stia già regolando il tiro su Nichi Vendola?
Non bastavano i ragli omofobi nazipapestri (invito ancora una volta alla lettura del libro I TRIANGOLI ROSA DI BENEDETTO XVI, Kaos Edizioni, dove si fa un inquietante parallelo con un famoso discorso di Himmler): adesso gli italioti meno intelligenti avranno come ulteriore modello d’incoraggiamento all’intolleranza caprona (e magari all’aggressione fisica) anche quel misero figuro di nano illetterato e sturatroiette di Coso Nostro, questo disgustoso gerontosatiro prostatico, meglio noto come sua Altezza Coi Tacchi il Presidente del Malconsiglio. Uno che va alla “Fiera del ciclo e motociclo” a dire al popolino di non leggere i giornali! No, no, mi raccomando, non leggete: fate le impennate col motorino, che diventate intelligenti. Oppure continuate a guardare le nostre luride tv da ottavo mondo!
(Strano non abbia anche detto che Lui incoraggia l’Economia, visto che le ragazzuole mica la danno VIA GRAtis!)
Naturalmente è tutto calcolato: poteva Coso Nostro, il Re della Demagogia inferiorizzante, astenersi dal grufolare nel truogolo omofobo di quei bifolchi codini bigotti e cretini che compongono la maggioranza dei nostri connazionali? Adesso sì che volerà nei sondaggi!
E questo proprio mentre l’Europa ci tira le orecchie per la mancanza di aggravanti di discriminazione sessuale nel nostro ordinamento! (In realtà ce le aveva tirate anche per la vergogna medievale dei simboli cattolici nelle aule, ma si sa, l’Europa è tanto cattivona. E comunista. O peggio ancora Illuminista...)
Ricordate le famose 3 “i” del programma del Polo delle Libertà per Decorrenza dei Termini? Be’, ormai è ufficiale: significavano Idiozia, Ignoranza, Imbecillità.
Come direbbe il grande Totò: Esequie indistinte!

Di nuovo esequie.

41 commenti:

  1. allora: intanto bravo, nel senso che parli bene di politica. io non ne parlo molto un po' perchè sì, sono un po' schizzinosa anch'io, e un po' anche perchè finirei per postare deliri e incazzamenti sconnessi, sproloqui gratuiti.
    però bravo.
    concordo e stendo l'ennesimo velo pietoso.
    seconda cosa, noto le facce qua a fianco e mi piace un sacco sta cosa!!! alcuni li adoro, come celine e saramago, di altri non so molto, ma mi documenterò! solo una nota: quando ho visto the catcher in the rye postato sotto a roth ho pensato che ti fossi sbagliato, invece semplicemente manca il titolo (forse). ciao!!!!

    RispondiElimina
  2. Darei non so quanto per entrare nella testa dei gay e delle donne italiane (che non sono nel suo libro paga) che avranno il coraggio di votarlo ancora una volta...

    RispondiElimina
  3. che dire? sono d'accordo con te...
    il porco continua a comandare felice delle sue esternazioni di merda...e vogliamo parlare di quelli che lo applaudono?

    RispondiElimina
  4. * polly
    No, è che ho voluto alternare ritratti e libri... il problema è che nel caso di The catcher in the rye il nome dell'autore è scritto in piccolo nella parte bassa della copertina, ma tanto è così famoso che credo nessuno lo attribuirà a Roth (a parte magari qualche fan del nano figlio di putnana, ma tanto quelli non leggono, quindi che differenza fa se lo credono un libro di Salinger o di Roth?) :-))))

    RispondiElimina
  5. Preferivo anch'io le poesie, non perchè non apprezzi o condivida il tuo sfogo (espresso con creatività ed eleganza e non alla c... di orso, come faccio io!). Le preferivo perchè mi davano qualcosa di interessante da pensare, invece dobbiamo sempre deprimerci con le bassezze del nostro minidotato (sarà per questo che piace tanto ai nostri connazionali).

    RispondiElimina
  6. ahahahahahahahh! no, scusa la risata isterica, ma consigliavo proprio a un nostro amico di leggere Paul Auster che in questo periodo sembra il Pasolini più attuale, parlavo proprio di Smoke ed eccoti qua! Quant'è bello scoprire e approfondire queste affinità! Bellissima, anche se tristissima, l'espressione "Coso Nostro"!

    RispondiElimina
  7. penso che il fondo non lo abbiamo ancora toccato.
    aspettiamoci sorprese..

    RispondiElimina
  8. Ti capisco. Quando te le tirano fuori, te le tirano fuori. E di questo ti ringrazio, perché la lettura del tuo post è stata per me - almeno in parte - catartica. In parte perché ci vuole altro per sbollire la rabbia! ;-)

    Altrove argomentavo circa il fatto che spero che queste "uscite" siano più dettate dalla necessità di distogliere l'attenzione dal vero problema che, non si dimentichi, era l'abuso di potere (e non la ragazza) e allo stesso tempo di pizzicare preventivamente la sinistra vendoliana, così tanto per vedere l'effetto che fa.

    Voglio pensare che nel 2010 la porzione di elettori catto-fascist-oltranzisti che possano davvero condividere la battuta e farla propria non sia determinante ai fini elettorali. Nel contempo mi voglio illudere che la maggioranza dei catto-elettori non sia così arretrata da ritenere la questione determinante nell'economia della scelta dello schieramento cui attribuire la X sulla prossima scheda.

    In generale temo che la "paura" della sinistra in Italia, insieme con la sua sostanziale mancanza di spessore di questi ultimi anni, facciano più proseliti di qualsiasi discriminazione sessuale.

    RispondiElimina
  9. Grazie di esistere Zio! solo questo e una manciata di evidenziatori per le tue belle righe... o sono quadretti??!?!?
    hahahaha genialmente spassoso.
    Yin

    RispondiElimina
  10. Grazie di esistere Zio, vorrei tanto riuscire a sfogarmi come te...

    RispondiElimina
  11. Evvai ziooo!!! Finalmente anche tu posti qualcosa di politico, e alla tua maniera che è strabiliante! Vorrei quotare parecchi che ti hanno felicitato, da Alessandro a Lucien, al Marziano, eccetera eccetera...ma prendo in spunto la nostra Petrolmilena per complimentarmi ancora una volta per le perle che hai come sempre tirato fuori, stavolta in un post sul quale non ci sarebbe davvero nulla da ridere...da qui la tua bravura indisputata (meglio in inglese, undispuded).
    Prima perla quella citata da Milena, "Coso Nostro", poi successivamente "ragli omofobi nazipapestri", "nano sturatroiette", "gerontosatiro prostatico", tanto per citare quelle che mi sono rimaste più impresse.
    Sai una cosa? Ti voglio bene Nicola!!!

    RispondiElimina
  12. Nulla da dichiarare. Parla solo per sentire il suono della sua voce, come spesso faccio io senza finire su tutti i telegiornali della sera e su tutti i blog più marci =)

    RispondiElimina
  13. E te lo dico anch'io: eccellente! E sempre nel tuo sublime registro, senza perdere un briciolo del tuo ritmo. Fantastico! Vorrei che qualcuno lo leggesse in TV magari a sorpresa (neanche il Sant'Oro ce la farebbe, troppo indisciplinato anche per lui).
    Una roba piratesca, ci vorrebbe, come quelle radio che un milione di anni fa aprivano e chiudevano quasi in un solo giorno.
    Però ti auguro e mi e ci auguro che tu non abbia più a sbottare così per queste indegnità. Vorrebbe dire che questo delirio è concluso. Ma per ora è utopia.
    Grazie ancora una volta.
    P.S. Un unico appunto: saranno i miei trascorsi cattolici (presenti etici), ma un po' di malessere di viene a pensare che la ragazzetta (di cui avrai notato come ipocritamente allo scoccare dell'ora 00.01 del 18esimo fottuto compleanno, non vedevano l'ora di togliere la velatura dal viso, anche se bastava il resto dell'inquadratura per farci capire dove e come vivesse...), dicevo, che la ragazzetta era sulla piazza da parecchio tempo, già con una segnalazione in questura sul groppone, ovvero era una bambina e quelli che stavano con lei (si sapranno mai i nomi, a parte l'orribile Lele Mora e l'igienista dentale (seh!) del Coso Nostro?) ci stavano in molti e da tempo e la tipetta parla di feste fra politici e cortigiani vari. Lo so che non mi devo scandalizzare, ma questa, oltre che prostituzione, è pedofilia di (un certo) stato (con la s minuscola) o mi sbaglio?
    P.P.S. Invece mi voglio illudere che l'infelice battuta sui gay (per la quale qualsiasi psicanalista al primo anno di corso spiegherebbe che altro non tratterebbesi che terrore di non essere più adeguato a capriolarsi sul put(t)inesco lettone) sia un vero boomerang. Forse - dopo i conflitti d'interesse, le leggi cucite dal sarto, i soldarelli passati e presenti dai natali legati alla politica di prima e seconda repubblica, i tentativi d bavaglio a magistratura e giornalisti - questo è un tasto che sorprenderà più d'uno per la sua disgraziata espressione di disprezzo nei confronti del genere umano tutto. Io lo spero.

    RispondiElimina
  14. Dalla stessa parte, anche questa volta..
    Grazie zio.

    RispondiElimina
  15. Concordo su tutto e sono veramente disgustata.

    RispondiElimina
  16. * TUTTI

    Stavolta ho voluto farmi da parte e lasciar spazio a voi, anche perché avevo "già dato" (e m'ero sufficientemente incazzato) nel post.
    Grazie per i contributi e gli apprezzamenti.
    Vi voglio bene anch'io.

    RispondiElimina
  17. Zio, splendida, indignata orazione civile che andrebbe letta nelle scuole e nei luoghi pubblici (anche se a voce sarebbe difficile cogliere quel VIA GRAtis...).
    Condivido ogni singola parola, specialmente gli aggettivi e chiedo il permesso di utilizzare "Coso Nostro", "gerontosatiro prostatico" e la rivisitazione delle tre "i".
    Lunga vita!

    RispondiElimina
  18. * Tullix
    Permessi accordati.
    E, come sempre, GRAZIE!

    RispondiElimina
  19. "Stimo molto Berlusconi, io sono con lui!".
    Questo è uno stato appena postato da un mio contatto di faccialibro, che rimuoverò, credo. Terribile l'ignoranza di chi lo sostiene, il nano omofobo. Il brutto è che tra i sostenitori vedo molti miei coetanei. Mi piange il cuore.

    RispondiElimina
  20. Infatti, che c'entrava la frase sui gay? Secondo me quando è davanti ai microfoni la sua malattia si acutizza fino a fargli perdere quella caccola di cervello che ha.
    Senza spingermi oltre (perché riempirei spazi illimitati solo per darti ragione in pieno), mi chiedo quanto danno facciano lui e le sue mignottelle al discorso, serio, su quanto si sia tornati indietro rispetto alla questione femminile e intendo a tutto tondo!

    RispondiElimina
  21. Avevo esaurito i 'titoli' da affibbiare a questo elemento. Grazie del post e delle illuminate novità.
    Io continuo a pensare a quelli che ridono a crepapelle alle sue battute stronze; e più sono stronze, più ridono.
    Lui è chiaramente malato da ricovero, ma di questi altri figli di putnana che ne facciamo?

    RispondiElimina
  22. Bisognerebbe riprendere in mano questo libro di Orwell e tirare fuori i passi che sono attualissimi in questa nostra disgraziata situazione. Magnifica descrizione hai fatto.

    RispondiElimina
  23. Oh ma sai che è un mistero, ma sai che ha ragione Giacobbo l'ultraterreno ed il misterioso esistono. Esistono perchè letto il titolo del tuo post subito uno spirito mi ha illuminato facendomi istantaneamente sapere per vie misteriose (atlantide e le sue rovine oppure lo yeti in persona?: non si sa con certezza) che il piccolo glande di maiale era proprio Coso Nostro. Incredibile chissà com'è potuto succedere.

    RispondiElimina
  24. Bravo zio, sei un libero pensatore, scrivi più spesso di politica... ma forse lo fai già (in un certo senso, tutto è politica, che lo vogliate oppure no). Direi, sottoscrivo...

    RispondiElimina
  25. Ovviamente non posso che essere d'accordo con te ma mi chiedo una cosa: come mai non è ancora stato "sparato"? Non rientra in certi canoni di pensiero?

    Ecco a voi il pensiero di tanti, tantissimi dalle nostre parti, dal fuori del CANTON TICINO che poi tanto fuori non è per ovvi motivi, sulla REPUBBLICA DELLE BAGASCE.

    Un salutone. :)

    LeNny

    RispondiElimina
  26. Zio che ti devo dire? Condivido in pieno le tue osservazioni e la tua indignazione. Mi pare ormai che non siamo più interessati nemmeno a mantenere una facciata. Ormai lo sfascio è totale e totalizzante. Puttane ricattanti, telefonate abusanti, battute antisemite, baci mafiosi, discriminazioni sorridenti, apprezzamenti a Signore abbronzate e corna nelle foto ufficiali. Il loro presidente sta facendo di tutto per mostrare al mondo che tutti gli stereotipi sugli italiani sono soltanto la versione addolcita di una realtà che sta inevitabilmente imputridendo.



    p.s. Coso Nostro è un nome geniale!

    RispondiElimina
  27. Meglio qualunque cosa a prescindere che lui!

    RispondiElimina
  28. Io ti capisco: proprio non si poteva fare a meno di dirgliene quattro a Coso Nostro (a proposito, complimenti, questa è una delle tue migliori, che poi a pensarci bene era talmente semplice, ma -come sai- le cose geniali sono le più semplici); però anche rastrellando epiteti che suonano bene e altri che suonano meglio, alla fine a parlare di politica, di questa politica, ti rimane la merda a impastarti la lingua al palato. Voglio dire: lascia perdere, pubblica nel tuo blog altre poesie come quelle che hai già pubblicate, vai con Sorensen che è una meraviglia.
    Perché purtroppo dalle fogne sale altissimo il consenso e mi sa che conviene guardare da un'altra parte.

    RispondiElimina
  29. un giorno so che leggendoti ci resto secca,mi farai morire di cortocircuito tra pancia cervello e cuore. Hai fatto bene a sfogarti, era il caso.
    ti voglio bene.

    RispondiElimina
  30. sapevo che facevo bene a marcare "mantieni come da leggere" questo post.
    applausi.

    RispondiElimina
  31. zio for president subito. Putropoo questa seconda repubblica ci ha fatto disaffezionare alla politica.
    ..................
    Peppone: Se siete un uomo aspettatatemi qui fuori!
    Don Camillo: Va bene...ma ricorda che siamo in due...Perché prima le prendi dall'uomo e poi le buschi dal prete!
    ...................
    Alby nostalgico

    RispondiElimina
  32. A 'sto giro siete stati quasi tutti commoventi: grazie ancora, e un abbraccio a fizzi.

    RispondiElimina
  33. una parola é poca due sono molte
    Cos'altro aggiungere ?
    D'accordo su tutto !

    RispondiElimina
  34. al di là dell'esplicita omofobia, è un concetto in stile "meglio il milan che la juve" davvero preoccupante espresso da un politico di 74 (!) ani.
    per fortuna il mio nipotino a soli due anni ha già una intelligenza di molto superiore a quella del premier, infatti quando lo vede in tv dice: "schifo berlusconi!"

    l'altro concetto preoccupante è l'invito a non leggere. considerando che poi una parte di giornali e riviste la possiede proprio lui si dà anche la zappa sui piedi (sebbene la maggior parte di soldi & consensi li ottenga dalla tv)

    RispondiElimina
  35. ...
    meglio non essere elettori di silvio ..
    Lui fa il suo "mestiere" ed i maiali gli hanno dato il potere.Io non sono un maiale :D

    RispondiElimina
  36. * Marco
    immagino che 74 ani non sia un refuso, ma il contenuto del cervello di 'sto qui...

    * ReAnto
    la cosa più italmaialesca è proprio il culto della personalità del nano escrementizio: io posso anche arrivare a capire uno che vota a destra, per interesse di botteguccia o di conto corrente, o perché è un bifolco bigotto e ignorante, ma allora piuttosto votate fini, non questo Peto coi Tacchi!

    RispondiElimina
  37. ahahahhaahahhaha! a prima mattina leggere 'Peto coi tacchi' mi risolleva il morale, assai, assai! :))))

    RispondiElimina
  38. * petrolio
    e io che mi dispiacevo di aver "sprecato" questa nuova perla in un controcommento di un post che non è più in cima al blog... E invece i miei meravigliosi lettori mi scovano pure qui... Grazie!! :))

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)