"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

giovedì 11 novembre 2010

Assaggi di romanzo (6)




Per continuare a spiazzarvi con la molteplicità schizoide della mia ispirazione (confesso di andare in brodo di giuggiole quando qualcuno mi chiede: “Ma quanti siete a scrivere?) ho deciso di accantonare per un attimo Il taccuino rosso di Wolfsburg, e di farvi invece assaggiare un pezzetto di Gigoló per cliente unica*, il più bukowskiano dei miei romanzi.
Siamo nella seconda metà del capitolo 8, dopo che gli stridori di una messa assurdamente amplificata in esterni da un prepotente prete-muezzin ha appena svegliato, e continua a disturbare, i protagonisti, reduci dalla loro prima notte di sesso a pagamento.
Ho detto bukowskiano: minorenni avvisati.


da gigoló per cliente unica
parte finale del capitolo 8


La porta del bagno si apriva lì in camera, come in una stanza di motel. Lei la lasciò spalancata. La sentii pisciare a cascatella, poi ne rividi apparire mezzo volto nella porzione di specchiera che dal letto avevo sotto controllo. La vecchia nuda bruca si sciacquò la faccia, poi prese lo spazzolino, ci stese sopra un fil di dentifricio e cominciò a lavarsi i denti a chiappe infuori, ancheggiando in bilico sugli alti tacchi delle zoccole di legno. Così andai là, e la presi da dietro mentre si lavava i denti. Adesso il pretone cantava ALLELUJA, cantava con foga, cantava meglio di come parlava, e a me girava un po’ la testa, mentre ci davo dentro nella fessura scivolosa di bel piscio tiepido e intanto guardavo il suo ghigno nello specchio, col dentifricio che trapelava e colava ai lati della bocca come bava d’indemoniata all’ultimo stadio. Se la colonna sonora fosse stata a richiesta più che alleluja avrei gradito come on baby, do the loco-motion… eravamo due vagoni molto ben agganciati, chi lo nega. Le mie mani sulle tettine tutt’altro che flosce mungevano e strizzavano capezzoli duri. Il mio membro nell’antica fregna ben lubrificata faceva sgnik sgnik sgnik, il mio corpo contro il suo corpo contro il suo lavandino faceva thumpf! thump! thud!, mentre il dentifricio diventava un pizzetto colante.
Lei smise di lavarsi i denti.


* dal rifiuto Rizzoli: "... abbiamo letto con attenzione e curiosità... un romanzo rabbioso, disperato, malinconico, che lascia un forte senso di inquietudine e di sconfitta esistenziale. In particolare, abbiamo molto apprezzato il suo linguaggio originale, la sua voglia di giocare con gerghi e modi di dire, la sua fantasia nel coniare soprannomi e neologismi. Tuttavia, la sua è una storia molto "forte", sia nei contenuti che nella veste formale, una storia che vive di eccesso e di trasgressione, vale a dire, purtroppo, una storia che mal si inserisce nella programmazione editoriale Rizzoli..."

Vabbè.

dal rifiuto Fazi: "Nonostante abbia dalla sua una buona inventiva, delle spiccate intuizioni, una scrittura piana ma agile e fluida, capacità di eleborare gli spunti proposti, un modo accattivante di coinvolgere il lettore, in realtà il testo risulta poco affine, per tematiche trattate e filone narrativo, alla linea editoriale scelta. Per questo motivo soltanto la nostra risposta non può che essere negativa. Ci teniamo molto affinché la casa editrice non snaturi i principi per i quali è nata; e questo diventa ogni giorno più rilevante."

Come no. (Per chi non lo sapesse, ricordo che questi signori hanno lanciato Melissapì...)


70 commenti:

  1. Se avessi scritto a Fazi che eri un bambino di 13 anni paraplegico e che la storia era la tua autobiografia, ti avrebbero pubblicato al volo.

    Bello però. Davvero. Trova un cxxxo di editore, anche minore, perdicinbacco! Hai provato i tipi di Perdisa? Sembrano molto attivi.

    RispondiElimina
  2. Beh, la Rizzoli pubblica la Tamaro. Tzè.

    ... comunque, quanti SEI a scrivere? ;)

    RispondiElimina
  3. effettivamente è molto BUK… :)))) ma F.C. alle due emerite deficienti (case editrici)! Siamo nel futuro? io farei volentieri un salto indietro nel tempo! ://// Succoraggio Pezzoli! e certo che non è solo uno lo zio Nic! ****

    RispondiElimina
  4. Che cosa? "Ci teniamo molto affinché la casa editrice non snaturi i principi per i quali è nata"? A parte il tradimento immediato di cotanti principi con la MelP (che sarebbe stata benissimo con le Spice Girls, effettivamente), ma come si fa anche solo a coniare frasi così immotivabili?

    Bellissimo e scioccante perché il linguaggio è tuo tuissimo. Segno che potresti essere tu (e i mille lì dentro) anche l'estensore di un compìto libriccino di ricette per le mamme che vanno di fretta o per il single in carriera che vuole stupire la pupa raccattata al Nepenta (esiste ancora il Nepenta?). Ma non puoi darci il "cameo", è troppo poco e limita il giudizio. Dov'è quello che ventilasti un giorno: è questo? Allora? Rispondere, please.

    RispondiElimina
  5. Quoto il Marziano: inventati qualche storia struggente, trasformati in un caso umano... Ti prenderanno al volo! A parte gli scherzi, i complimenti con te non sono mai superflui.

    RispondiElimina
  6. @Alessandro Cavalotti: non so se ti è capitato di leggerlo, ma la prova sembra che l'abbiano fatta sul serio.

    Un tipo quarantenne si è spacciato con un importante agente letterario nazionale per Amanda, una ragazza di 17 anni, cieca, che si fa aiutare nella stesura dei suoi romanzi fantasy dalla nonna. Giuro! Dopo meno di 24 ore gli hanno risposto che l'avrebbero letto. E già questo è un miracolo.

    Lui pare che abbia dato corda per un po' e sembravano esserci molte chance di pubblicazione. Quando gli è sembrato di essersi spinto troppo, ha rivelato la verità all'agente e improvvisamente le porte si sono chiuse.

    I dettagli sono qui: http://angra-planet0.blogspot.com/2010/09/il-grande-talento-di-amanda.html

    RispondiElimina
  7. magari le lettere di rifiuto sono state scritte o istigate da donne che MAGARI si erano appena lavate i denti...

    RispondiElimina
  8. Bellissimo. Lo specchio, la bruca, il sesso scomposto in suoni e ritmi, il duo che si trasforma in trio...

    P.S.
    Sto leggendo del Canalino/a, dell'hotel Viados, degli autobus ad Ancona e di tutto il resto.
    Sei bravissimo.

    RispondiElimina
  9. correggo un'inesattezza...Melissapi(pì) l'abbiamo lanciata (spero) in tanti. dalla finestra...

    RispondiElimina
  10. ** Marziano e Ale
    Be', quello è un mercato parallelo (anche se in Lobotom Italy si dilata fino a diventare il principale, mercato) che si presta molto a ospitate televisive lacrimevoli ecc. o a morbosità gossippare. Mettiamola così: uno scrittore ha già così tanti motivi per incazzarsi, che se dovesse farlo anche, ad esempio, per le sicure migliaia di copie che venderà il libro "scritto" dalla pornobiancaneve marocchina o chi per essa, ce ne andremmo tutti in giro, da un bel pezzo, senza fegato né cistifellea...
    (Particolarmente gettonato sarà il capitolo in cui finisce il viagra. Che rapporto potranno avere, a quel punto lei e il nano? Una cosa del tipo lui glielo mette sotto le ascelle e lei glielo COVA?) :D

    * runner
    Il punto è che la Rizzoli pubblica TUTTO. Ma avendo i loro (bravi e competenti) lettori interni le mani legate, e la necessità di arrampicarsi sugli specchi per motivare il "tuttavia" a uno bravino ma non paraculato, non potevano dire altro che questa roba qua...

    * petrolio
    Grazie per la riconosciuta parentela... sperando che lo zio Buk ci perdoni entrambi :-))

    * Cristiana Curti
    Sul cameo hai tutte le ragioni, ma il fatto è che a volte un autore si affeziona in modo particolare a un suo frammento. Per esempio, questo "Lei smise di lavarsi i denti" non cessa mai di divertirmi e di sorprendermi, come se davvero l'avesse scritto un altro e lo leggessi per la prima volta. Prometto di essere più generoso nelle prossime occasioni. (Quanto al Gigolo, non è né la mia opera più recente né quella con maggiori possibilità concrete, è solo una fra le tante, tantissime, forse troppe...)
    p.s. torno a chiamarti anche per cognome non per una presa di distanza, ma perché or ora si è aggiunta ai miei sostenitori una nuova Cristiana.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. * fizzi
    no, no, erano tutte firmate da maschi...
    ehm... non è che per colpa di questo pezzo birichino adesso alle mie lettrici verrà il complesso dello spazzolino, e per lavarsi i denti si chiuderanno a chiave a doppia mandata? :-))))

    * giacynta
    diranno che è "la volpe e l'uva" e magari avranno ragione, ma continuo a pensare che riconoscimenti e complimenti come i tuoi e quelli di molti altri che vengono a leggermi qui gratuitamente e appassionatamente siano in assoluto i più importanti e mi facciano più bene di qualsiasi successo commerciale.
    Qualcuno mi darà del ruffiano? Ma che interesse avrei? Il libro lo hai già comprato... :D

    * unwise
    eh, kazzo, ma l'importante, anzi, pardòn, rilevante, è che la casa editrice non snaturi i principi per cui è nata. Per esempio il figlio di quell'editore è nato per diventare il fidanzato di Melissapì che (forse) per questo ha pubblicato. Ci fosse stata anche una figlia femmina, potevo provare a fidanzarmici io...

    RispondiElimina
  12. Nik, mi dispiace ma non lo trovo più. Ho cercato come un matto la motivazione con cui Mondadori mi aveva rimandato indietro "Martedì dopo l'autunno", la seconda, quella definitiva dopo che li avevo in pratica mandati affa. perché volevano snaturassi il testo per farne un nero, in pratica fino alla conclusione della rapina in banca.
    Io avevo risposto che mi inviassero la motivazione per un rifiuto di "quel" testo così com'era.
    C'era una frase a proposito dei traguardi che la casa si era sempre prefissa, che era da immortalare.
    Continuerò a cercare, spero di trovare sta lettera.

    RispondiElimina
  13. le lettere di rifiuto le ho lette nel tuo libro (che mi sto proprio gustando), e mi stavo giusto chiedendo se avrei mai saputo come sono gli altri tuoi scritti che citi...ed eccomi accontentata!!! :D

    RispondiElimina
  14. Sapevo di questo gigolò per cliente unica, ma non me lo immaginavo così spudoratamente (in senso buono, eh!!! :))) bukowskiano! Davvero, davvero un'ottimo stuzzichino questo pezzetto. Mi piace soprattutto l'utilizzo dei suoni, troppo spesso ignorati - dalla messa che rompe le scatole, agli sgnik & tumpf al fantastico Locomotion...anche se io ci vedrei di più un canto da chiesa qualsiasi, magari un po' belato e sparato fuori da un'altoparlante bello gracchioso...

    sulla questione editoriale, non so proprio che dire, ma perchè è tutto talmente chiaro come funzionano le cose che non mi sembra ci sia altro da aggiungere... purtroppo tre famigerate C (conoscenze, circostanze, culo) valgono più di ogni altra cosa. Quasi quasi ti direi: fondala tu la Nessuno Editore!!! :D

    RispondiElimina
  15. * Vincenzo
    Trovala, trovala, e facci un bel post! Sputtanali come meritano, amico mio!

    * Lumaca a 1000
    Prometto che poco alla volta ve li farò assaggiare tutti, quei testi, e molti altri ancora! Intanto, buon proseguimento di degustazione, buongustaia! :-))))

    * Reverend Emi
    in effetti il canto qualsiasi belato e sparato dall'altoparlante gracchioso c'era, ed era "alleluja"... (fra l'altro questa parte è VERA, tale insensato disturbo della quiete pubblica mattutina accadeva nella per noi vicina Cocquio Trevisago alcuni anni orsono...)

    Pensa che fiaba sarebbe: la Nessuno Editore che prende a calci in culo i Ciclopi...

    RispondiElimina
  16. NO, no..dai..il buon buon Bukowski è molto più morbido e romantico di te heheh!
    Io 'na roba così la divorerei in poche ore..e poi, ovviamente, andrei a fare la DOCCIA!
    D'ora in poi, prima di lavare i denti, mi accerterò che la porta sia ben chiusa.
    Zio, se fossi un'editrice TU SARESTI NELLA MIA SCUDERIA!
    Ed ora scusa...vado a farla a cascatella... magari nel water ci butto un Cotton Fioc,eh alla carta igienica piace tanto fare RAFTING! :D
    Baci..(casti,eh!) :)

    RispondiElimina
  17. "il suo ghigno nello specchio, col dentifricio che trapelava e colava ai lati della bocca come bava d’indemoniata all’ultimo stadio..."

    Stasera vado a letto felice (sto ancora ghignando)

    ... E grazie per i bellissimi auguri.

    RispondiElimina
  18. * Grace
    pensare a quanto ci avevo messo a costruirmi un'immagine di ragazzino sensibile e tenero... ed eccomi trasformato nel maniaco del lavandino... :-))))
    Bacissimi! (castissimi!)

    * Lucien
    Felice della tua felicità nel giorno del tuo compleanno. Gli auguri venivano dal cuore, e qui te li rinnovo.
    Sogni d'oro!

    RispondiElimina
  19. Mi sono riletto le motivazioni dei rifiuti di Rizzoli e di Fazi. Sono due nonsense. Dicono, in sostanza, che sei un grande scrittore. Ed io concordo. Anzi, l'avevo già proclamato. Poi, le due case editrici ti rifiutano. C'é del marcio in Danimarca. Fuori di scherzo, le logiche commerciali di quella gente sono tutto meno che logiche.

    RispondiElimina
  20. ma dai? la stavo ascoltando proprio stamattina in questa versione... da sola!

    RispondiElimina
  21. ma nelle case editrici ci sono i berluschini o sono così da sempre? Continua zio, non dargliela vinta. Poi, ti sembrerà strano, ma un prete-muezzin me lo sono sognato una notte di qualche tempo fa. un incubo che ricordo ancora adesso, ero nella piazza del paese e ad un certo punto si alzò una voce salmodiante dal campanile della chiesa, ma le preghiere erano cristiane. pensa te... e il prete era un mio amico che prima non entrava in chiesa nemmeno a pagarlo.

    RispondiElimina
  22. Leggendo la lettera fazi, mi è venuto in mente Melissapì ... mi hai rubato le parole di testa. Ma quanti c... siete? Non puoi essere uno, sei trino, almeno almeno trino ...sgnik sgnik sgnik!

    RispondiElimina
  23. OT: il sondaggione: ho flaggato tutte le proposte. tutte. lìitalia è un casino. non si capisce più niente.

    il post: le due lettere di rifiuto ti fanno capire quanto bello sei, quanto bello scrivi, quanto bello è il tuo racconto.

    :) 2-love, mod

    RispondiElimina
  24. * Adriano
    C'è del marcio in Danimarcia... :D
    Grazie di cuore per le belle parole: il tuo è stato il primo commento che ho visto stamattina e mi ha illuminato la giornata, iniziata col morale sotto i tacchi anche a causa di una mezza bronchite che sono andato a beccarmi...

    * Angie
    Bellissima versione!

    * Harmonica
    Guarda, non so più cosa pensare, di loro. Ma non mi arrendo, puoi giurarci.

    * Ally
    Trino... mi ricorda qualcosa... però adesso mi sfugge... ah, sì, i 3 porcellini... sgnik sgnik sgnik!

    * mod
    in compenso il tuo commento fa capire quanto bella e gentile sei tu

    love, nick

    RispondiElimina
  25. più che un "Alleluja" mi immaginavo un "tuseilamiavitaaltroiononòòò" bello decadente, però adesso che ci penso bene anche Alleluja non è male! :D
    Comunque la messa radiodiffusa per le vie in altoparlante è inquietante. (e riguardo le sonorità mattutine, avrei qualche ricordo milanese in merito...periodi trascorsi in una stanza *appiccicata* a un campanile!!!)

    RispondiElimina
  26. * Il Ballo dei Flamenchi
    Hey, che sorpresa! Benvenutissima!
    Ecco, grazie alla tua presenza quel morale sotto i tacchi di cui parlavo prima è arrivato più o meno all'Everest... :D

    * Reverend Emi
    E il bello è che il pretone (quello vero e quello del romanzo) faceva prediche accalorate e incazzate, a volte sgridando il suo gregge per i pochi denari delle offerte... ("Siete dei tirchionazziiiiiiiiii!!...") :-))

    RispondiElimina
  27. Non ho trovato la lettera originale, ma la trascrizione che ne feci allora. Cito le frasi DOC:
    "Il suo libro è una introspezione al rallentatore all'interno della coscienza di un anziano pittore.
    Lei fa uso spesso del metodo della matrioska nel tirare fuori a volte con piena sorpresa fasi e sfaccettature dell'anima di un protagonista di cui non si fa mai il nome."
    .......
    "Purtroppo il suo libro, che potrebbe essere un giallo ma non lo è, che potrebbe essere un nero senza esserlo, non è facilmente collocabile in una collana della Casa.
    Oltre a ciò per i prossimi tre anni abbiamo completato tutti gli impegni, per cui non saremmo in grado bla bla bla bla bla bla bla."

    Era firmato, ed era intestato su carta della Mondadori.
    Come vedi usano tutti una formuletta preconfezionata ad uso dei babbei che ci credono.
    Ciao Nik, buon fine settimana (lo spero tanto, lo spero tantissimo).

    RispondiElimina
  28. * Vincenzo
    Accidenti, sembra il compitino di un bimbo delle elementari... è riuscito a capire di cosa parlava il libro (bravo!) e usa persino la parola "sfaccettature", però, poverino, non sa che etichettina colorata mettergli... Colpa nostra, che non sappiamo deciderci fra giallo, nero, rosa, verde, blu... Il punto è che loro sono marroni, e la loro carta è carta igienica.
    Bastava un minimo di editing e il tuo romanzo, così com'era, sarebbe stato meglio dell'80% della merda che han pubblicato dal giorno della fondazione...

    p.s. se per fine settimana intendi QUELLA cosa, la vedo grigia: a quanto pare ci saranno contemporaneamente in campo Cordoba, Materazzi e l'arbitro Tritascoregge: scommetti che finiamo in 9, e che ci toccherà sopportare sul tabellino il "Somaro su rigore?"

    RispondiElimina
  29. Che dici mai, Nik!
    Mi sto grattando a pelle e tiro avanti fino a stanotte, giuro!
    Noooo! Il somaro su rigore, noooo!

    PS: per l'altra cosa, niente altro da aggiungere. Congratulezioni per la scoperta del color marrone delle loro facce.
    Ciao

    RispondiElimina
  30. Nicola, se me ne mandi una copia te la pago!
    ;-)

    RispondiElimina
  31. * Vincenzo
    diciamo che sto cercando di tirargli la gufata del secolo... dicevo così anche prima dei derby dell'anno scorso...

    * Stefy
    no, dài, far pagare cose non pubblicate giammai: o meglio, lo farò solo il giorno in cui non avessi più da mangiare, e allora magari (se l'orgoglio non mi fermerà) proverò a chiedere aiuto agli amici e alle amiche vendendo i miei inediti a prezzi molto simbolici, cioè molto alti, magari addirittura copie uniche all'asta... :-))

    RispondiElimina
  32. Scrittori esordienti, andate sul sito di Devis Bellucci(non so se è parente di Monica) e leggete Sportello Esordienti Un aiuto per pubblicare senza farsi fregare. Istruttivo e interessante. Non conoscevo l'autore, l'ho sentito oggi alla radio. Forse zio, riconoscerai certe tue esperienze con certi editori ...

    RispondiElimina
  33. * Ally
    Sono andato a leggermi lo Sportello Esordienti: dice cose intelligenti e giuste, ma anche abbastanza risapute. Ma la cosa che meno convince è l'arruffato elenco di case editrici che fa alla fine: non solo ne mescola di buone ad altre un po' sospette e chiacchierate, ma addirittura, dopo aver parlato male degli stronzi che chiedono soldi, prima di darci l'elenco premette che per correttezza non dirà quali di loro chiedono soldi e quali no.
    "Per correttezza"? Bah.
    (Che poi, che senso ha un elenco di editori che "pubblicano esordienti?" Praticamente TUTTI gli editori pubblicano ANCHE esordienti. Per esempio nell'elenco figura Marsilio, una prestigiosa e dignitosa casa editrice che di certo, nella sua storia, avrà lanciato ben più di un esordiente. Ma sarà disposta a fare da talent scout mettendoci rischio e passione? A giodicare dalle ottuse lettere prestampate che ho collezionato da costoro, mi sa tanto di no...)
    In ogni caso grazie per la tua come sempre generosa segnalazione.

    RispondiElimina
  34. Sì, quella che segnali è una cosa giusta ... mi ha divertito lo scherzo di mandare un libro finto, orribile e impubblicabile, ad alcuni editori a pagamento e le risposte entusiastiche che ha ricevuto... a pagamento pubblicano tutto, senza leggere, basta che paghi. Forse risaputo, ma meglio ribadirlo ...

    RispondiElimina
  35. Quello è vero: ad averne il tempo è un giochetto che piacerebbe anche a me. Ad alcuni spedire cacca semianalfabeta, ad altri grandi opere famose ribattute pari pari, e vedere quali di loro son così merde sciacalle da dirti OK, bravissimo, però dovresti darci un po' di dinero...

    RispondiElimina
  36. Anche la storia delle sinossi rischia di essere fuorviante. La mia esperienza è del tutto contraria: so di moltissimi editori che pretendono solo ed esclusivamente IL TESTO. Magari poi lo leggiucchiano in maniera sbrigativa e approssimativa, ma, anche se potrebbe sembrare assurdo, hanno ancor meno tempo da perdere con lettere di presentazione, sinossi, curriculum, riassuntini e altre cazzate varie...
    Inoltre, se proprio si vuol rendere un servizio a chi è senza bussola, bisognerebbe almeno elencare editori che hanno la minima decenza di trattarti da essere umano, cioè di risponderti con un rifiuto motivato e civile. Ce ne sono almeno tre, in quell'elenco, che non hanno neanche avuto la minima educazione e cortesia di dirmi No, grazie, non ci interessa! E allora perché segnalarle a chi magari è già disperato?

    RispondiElimina
  37. Premesso che non amo il vecchio porco trovo il brano divertente e interessante. Troppi complimenti fanno male!!
    Non ho velleità di/da scrittore ma piuttosto che ricevere un rifiuto mi tengo e terrei le mie cose nel cassetto. O forse sono solo uno che non vuol sentirsi giudicato? Fai tu.

    RispondiElimina
  38. * Gap
    Be', direi che l'apprezzamento di un brano "bukowskiano" da parte di uno che NON ama Bukowski valga, se possibile, ancora di più. Oltre a ringraziarti, provo a fare un tentativo per farti riavvicinare a lui: ti consiglio "Il capitano è fuori a pranzo", un diario dei suoi ultimi mesi in cui si spoglia del personaggio (nei limiti del possibile) e fa venire fuori l'uomo. Con questo non pretendo che tu te lo faccia piacere: i Gusti per me sono sacri. Sempre. (Ho espresso di recente tutto il mio disprezzo per la parola "sacro", ma a quest'ora e con questa tosse/febbre non mi vengono sinonimi...) :)

    RispondiElimina
  39. Prova con altre case editrici, sei bravo puoi farcela e poi se diventi famoso le due che ti hanno rifiutato non potranno che mordersi le mani, così imparano! Buona domenica :-)

    RispondiElimina
  40. * Tizyana
    Grazie dell'incoraggiamento, e non temere: continuerò a provare perché semplicemente non posso fare altro, la mia vita è scrivere.
    Buona domenica anche a te! :-)

    RispondiElimina
  41. moooooooooolto Bukowski, però forte! anche a me sfuggono le leggi dell'editoria *___*
    un saluto

    RispondiElimina
  42. * Queen B
    Grazie di cuore, carissima... :D
    In realtà quelle leggi sono piuttosto semplici. Oggi ho letto la recensione dell'ennesimo libro di Chiara Gamberale. S'è beccata un 4 a causa della scrittura scadente. Però pubblica, viene recensita (per un libro una stroncatura è mille volte più vantaggiosa dell'omertoso silenzio!)e per anni ha goduto di spazi privilegiati in tv. Quel cognome mi ricorda un certo boss delle Autostrade. Sarà omonimia?
    Saluto ricambiato.

    RispondiElimina
  43. Ciao Zione, tutto bene? Tranquillo per stasera?
    Dove vai a vedere i campioni d'Europa vs i figli di Berluscane? :)

    Ottima domenica amico mio. :)

    LeNny

    RispondiElimina
  44. * LeNny
    Li guarderò sulla solita poltrona, non tanto per scaramanzia ma per scelta obbligata causa dannato malanno di stagione... Sperando che sia il Somaro a far la fine di Zidane e non Matrix (vista la presenza dell'arbitro Tritascoregge) a fare quella di Samuel l'anno scorso con la Samp...

    Ottima domenica anche a te, mon ami! :D

    RispondiElimina
  45. Ospedali, galere e puttane: sono queste le università della vita. Io ho preso parecchie lauree. Chimatemi dottore.

    Ugualissimo a te. Ciao Bukol.

    IVonne

    RispondiElimina
  46. Il più bukowskiano dei tuoi romanzi?
    Allora devo leggerlo! :D

    RispondiElimina
  47. Zio Nick, mi ha detto Alligatore di portarti una fetta di tiramisù... chi ha perso cosa?
    :D

    RispondiElimina
  48. Ehi Nik, sei uno stregone?
    Maledizione l'hai azzeccata piena: rigore del somaro!
    L'ho vista anche io in poltrona, porca vacca.
    Ho visto e goduto il balletto delle sostituzioni: fuori Obj dentro Cambiasso...no, dentro Coutinho e Cambiasso si riveste.
    Fuori Materazzi dentro Santon...no Biabiany e Santon si rimette a sedere.
    Una simile capacità di decisione non l'avevo ancora mai goduta.
    E adesso?
    C'è qualcuno dei nostri che ancora ci crede?
    E che dire dei 22 infortuni 22, di cui -se vogliamo- soltanto Samuel e Materazzi sono infortuni di gioco?
    20 stiramenti muscolari, un bel record, e attenzione anche Lucio forse ha qualcosa che non va, e Milito? Chi l'ha visto?
    Basta, andiamocene alle Maldive, chi può; gli altri alla Cecchignola, almeno làmi dicono che la TV non piglia e che i giornali non ci arrivano quasi mai.
    Che bel posto, Nik!

    RispondiElimina
  49. * Ivonne
    Bukol suona benissimo... Grazie!

    * Sara
    Con tutto questo gradimento, mi impegnerò ancora di più per pubblicarlo... :D

    * Stefy
    Ehm... lasciamo perdere... però grazie per il tiramisù... :-)

    * Vincenzo
    Porca paletta, dovevo andare da un bookmaker e piazzare risultato esatto e marcatore...
    Va bene che eravamo abituati al meglio, ma come cazzo si fa ad avere in panchina una bidella sudata invece di un allenatore?
    Comunque squadra spezzata in 2 fra gente che almeno a modo suo è stata all'altezza e gente che non lo è più o non lo sarà mai. I miei bocciati definitivi: Materazzi, Chivu, Coutinho, Biabiany, Pandev.
    E il grande Principe? Sarà anche sfigato con gli infortuni, ma la sua svolta è stata il momento in cui, a coppa calda, disse quel fetido "Ho tante offerte, vedremo". Bisognava darglielo lì un bel calcio nel culo!

    p.s. premesso che anche andando avanti fino a mezzanotte di domani in 11 contro 7 non segnavamo, lo apriamo un capitolo tritascoregge? Domani qualcuna delle prostitute intellettuali giornalistucole che lo incensarono quando ci lasciò in 9, avrà il coraggio di dire che trattasi di ignobile bastardo figlio di puttana in malafede, e che c'erano rossi certi per gattusO nel primo tempo e ambrosinI nel secondo, e probabilmente pure per il Somaro per quell'entrata da killer, e che pure abate aveva meritato il secondo giallo (o il quarto, o il quinto) ben prima del parapiglia con Pandev (che andava espulso anche lui, ma ci facevano solo un piacere?)
    E i 4 di recupero in un secondo tempo che ne richiedeva 6 o 7?
    Ripeto, cambiava poco, ma visto che mi sto scoprendo stregone una bella macumba a quella brutta faccia disonesta non gliela leva nessuno...

    RispondiElimina
  50. Ciao Zione, guarisci presto e riprenditi dal mal di stagione, anche se dopo lo scempio di stasera, sicuramente passerai/passeremo almeno altre 24 ore di merda. Il Pupazzo ora mi ha davvero rotto il cazzo. Quanto visto stasera rasenta solo un'enorme ignoranza e a tutti coloro mi dicono o ricordano che Benitez è stata la scelta giusta, rispondo: andate a fare in culo.

    Buona notte.

    RispondiElimina
  51. *LeNny: perfettamente perfetto il tuo perfettissimo vaffanculo.

    *Nik: Esatto: quei quattro andavano tutti espulsi, ma il tritacazzo espelle solo maglie nerazzurre a coppia.
    Per i bocciati sono totalmente d'accordo. Aggiungo Milito, perché un professionista serio non si riduce nelle sue condizioni.
    Andava spedito al Real Madrid insieme a Maicon e trattenuto Balotelli, che aveva -unico tra tanti- le motivazioni per dare il 150%, dopo il trattamento Mou.
    Invece guarda che morattiata! E che Branchiata!
    Comunque un allenatore VERO pretende dei giocatori e non si assoggetta al volere della società nuova in cui va a lavorare, nel caso si dimette e fa una figura da dio.
    Adesso è chiaro che con questo panzone perderemo tutto, anche la dignità: non si va a vincere niente. Fatti il conto: ha vinto la supercoppa italiana con la Roma, perché quella era ancora l'Inter di Mou, non aveva ancora avuto il tempo di fare disastri. I disastri sono arrivati a Montecarlo, quando la difesa ha fatto ridere, Maicon in testa, e ha beccato due gol scemi, mentre l'attacco non tirava già più fuori un ragno dal buco.
    In campionato se va avanti lui non arriviamo nemmeno sesti e fuori dalla Champion.
    La Champion nemmeno la nomino.
    La Coppa mondiale la perdiamo contro qualsiasi squadretta argentina o brasiliana, sempre che ci si arrivi alla finale, e non è detto.
    Che cosa ha contro Santon?
    È l'unico terzino che gli gioca da terzino in difesa e sulla fascia -meglio a sinistra, perché rientra sul suo piede- eppure gli viene preferito Cordoba, che terzino mai fu.
    E Materazzi che debutta nel derby, dopo lunghissima pausa?
    Una barzelletta che ci riporta indietro di anni, quando facevamo ridere il mondo.
    Spero che un santo apra gli occhi a Moratti, se ancora non li ha aperti.
    La sceneggiata dei cambi forzati -Cambiasso per Obj...no, Coutinho; Santon per Materazzi...no Biabiany- non s'era mai vista in Italia, nemmeno in serie D.
    Cosa vuoi che abbiano pensato i nostri bravi professionisti in quei frangenti?
    Te lo puoi immaginare. E adesso vai a parlare di autorità, seppure ancora ne avesse prima del derby.

    RispondiElimina
  52. * Vincenzo e LeNny
    Su quell'asino di Branca ve ne dico una di più: facile fare il "moggi onesto" nel periodo in cui il tuo presidente è l'unico ad avere i soldi (ma pure qui ha avuto culo, perché se quella sega di Hleb non diceva di NO l'estate scorsa al posto di Sneijder grazie a Branca avremmo avuto Hleb - HLEB!! - e non avremmo vinto un cazzo neanche l'anno scorso (o meglio, in italia sì, perché avevamo pur sempre il miglior allenatore del mondo, invece di questa bidella grassa). Non solo non ha azzeccato UN giovane di vero talento, ma ironia della sorte ha sbagliato pure a dar fiducia illimitata ai troppo vecchi: ieri sera Zanetti l'ho messo fra quelli che si sono salvati, eppure risulta impietosamente chiaro ogni volta di più che mica possiamo contare su di lui come capitano finché avrà 90 anni! E chi abbiamo preso quest'anno, per puntellare un centrocampo vecchio (Zanetti in primis) scarso (Muntari) e delicato (Thiago Motta era già out, Stankovic e Cambiasso venivano da mille acciacchi)? Non dico Fabregas, cazzo, ma se l'asino Branca era davvero così genio non poteva almeno soffiare l'ottimo Aquilani ai gobbi? Quello buono era Oriali (che non a caso aveva lavorato da dio, con pochi soldi, a Bologna e Parma), e non ho ancora capito perché l'abbiano fatto fuori. Pienamente d'accordo anche su Milito.

    RispondiElimina
  53. @Vincenzo e Zione Scriba:

    Tra l'altro chi è stato quel genio a far fuori Oriali? Il Brancometro o come dice qualcuno lo stesso Pupazzo Gordito perché non era in sintesi con qualcuno del suo staff?

    Zio, da me, sull'articolo del Pupazzo, ti ho fatto una proposta seria e mi piacerebbe che la realizzassi. Dagli un'occhiata, anche tu Vincenzo e sono sicuro che ne esce qualche cosa di veramente fantastico. Ne parliamo di là, qui abbiamo gia "zozzato" abbastanza il tuo ottimo articolo. Sorry. :)

    LeNny

    RispondiElimina
  54. Se vinco al superenalotto te li pubblico tutti io i toi libri..e anche il tuo blog !

    RispondiElimina
  55. * 4EverInter
    Una piccola speranziella in più... farò il tifo per i tuoi numeri, caro amico... e per intanto, grazie del pensiero! :D

    RispondiElimina
  56. Che tristura... dopo cinque anni di vittorie ci può stare di non vincere, ed è ok. Ma a parte il fatto che di credito con sfighe&ruberie ne abbiamo talmente tanto che se andassimo avanti ancora per un paio d'anni schifo non mi farebbe, non mi va che succeda in questo modo spento e triste, che fa sembrare 6 mesi fa 6 anni fa...(i media, poi, ci sguazzano - non so se hai visto quante lodi sono state spremute su un certo 2-2 papera+fuorigioco di un paio di settimane fa... l'avessimo fatto noi con doppietta di Zanetti in rovesciata avrebbero scritto uguale?) Quelli che ci sono spremuti come limoni di testa e di fisico, non ci vuole mica tanta scienza epidemiologica per capire il perché di tutti gli infortuni. Però mi rifiuto di credere che non ci fosse una soluzione economicamente accettabile per portare qualche forza fresca. Nel calcio di oggi, le squadre per RIMANERE vincenti vanno continuamente rinnovate (almeno in parte). E "rinnovare" non vuol dire affidare il centrocampo a due ventenni sperando che facciano i miracoli. Secondo me è stato un caso di presunzione mascherata da buonsenso.

    RispondiElimina
  57. * Reverend Emi
    Diciamo che con un po' più di intelligenza da parte dei signori Moratti e Branca (a parte il fatto che un Moratti intelligente avrebbe tenuto Oriali e non Branca!) e con un allenatore migliore, la formazione del derby (ipotizzando gli stessi infortunati anche con altro allenatore, ma non credo...) poteva essere una roba del genere (4-2-3-1): CASTELLAZZI; ZANETTI LUCIO RANOCCHIA SANTON; STANKOVIC AQUILANI; KUYT SNEIJDER PANDEV; ETO'O
    Poi ognuno ci mette i nomi che vuole, ma era facilino capire la necessità di un buon acquisto per reparto. E soprattutto la non competitività di certe scamorze acerbe...

    RispondiElimina
  58. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  59. Avevi ragione Zio, non poteva non esserci il nostro commento in questo post e ci scusiamo per l'attesa.
    Dunque, sai già quanto io apprezzi il tuo stile, in maniera particolare quando questo stringe l'occhiolino al grande Buko!
    Mi piacciono queste "pillole" che ci hai riportato, scendono che è una meraviglia e producono l'effetto che amo. In questo sono avida, non ti nego che ne vorrei ancora, quindi se puoi e vuoi sarebbe bello poter prolungare questi effetti.
    I rifiuti che hai ricevuto, hanno tutta l'aria dei copia incolla senza ragione specifica e da parte di una casa editrice è piuttosto deludente. Detto poi dalla Fazi è pure vomitevole. Scommetto che se ti fossi presentato con un bello sponsor forse ne avrebbero trovato almeno uno più azzeccato!!! Che ridicoli!
    Tua sostenitrice, Yin

    RispondiElimina
  60. * Yin
    Mille grazie per l'apprezzamento, per il sostegno, per tutto... :D

    RispondiElimina
  61. il rifiuto di fazi è veramente incredibile !

    RispondiElimina
  62. * giardigno65
    Benvenuto!
    (Qualche incursione da te l'ho già fatta pure io: quello STRONZO CHI COPIA che campeggia sul tuo blog è semplicemente meraviglioso!)

    RispondiElimina
  63. p.s. anzi, adesso ti piazzo nel blog roll

    RispondiElimina
  64. Ah... Zietto, zietto!!! Avevi ragionissima. Mea culpa! Mea grandissima culpa!!! Come ho potuto perdermi questa chicca?? Meraviglioso. La descrizione della fottitura, con il dentifricio che cola mi ha fatto prorompere in una grassa e tetra risata alla Gambadilegno: "HAR! HAR! HARrrr!!!" Mi vedevo proprio la scena, col colpo d'anca da tergo. Tristemente infoiato. GRANDISSIMO.

    RispondiElimina
  65. * Yang
    duplico il ringraziamento fatto alla tua dolce metà... :D

    RispondiElimina
  66. Sono deficiente :
    aspettaaspetta...solo oggi mi accorgo che i post recenti sono sotto i sondaggi
    non ho capito se 'Tondello' si può trovare in libreria.
    Ciao
    Cristiana

    RispondiElimina
  67. * cristiana
    Forse sono io che confondo le idee con quei maledetti sondaggi, e dovrei metterli più in basso... Sì, il Tondello lo si trova in tutta Italia: il libraio che ne fosse sprovvisto lo trova nel computer e te lo ordina nel giro di un paio di giorni (a meno che non sia una libreria cattolica nemica di Kaos Edizioni, ma se ti ho capito bene non mi dài l'idea della cliente di postacci simili...) :D
    Ciao!

    RispondiElimina
  68. la prossima bukowskiata che sia più vicina al Buk di Panino al Prosciutto, eh... se no poi non ti recensisco più...
    Giovanni Monte dalla trincea..

    RispondiElimina
  69. * Giovanni
    Diciamo che dalla mia trincea ho voluto sparare un piccolo fuoco d'artificio, o un razzo segnalatore per sentirmi meno perduto nel buio, però anch'io (persino in questo eccessivo romanzo) mi sento più vicino al Buk che dici tu...
    Un abbraccio, caro amico, e tienimi al corrente!

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)