l'idea più pazza del più pazzo fra gli scrittori

"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

martedì 4 maggio 2010

Sorensen Puddu - Replica (1)

La saga di Sorensen Puddu è forse l’unico esempio di contaminazione fra la scrittura semiseria, brillante ma incazzata, di Nicola Pezzoli e l’umorismo scatenato di Zio Scriba. Si tratta di una serie di raccontini (in apparenza demenziali, ma tutti col loro bel perché filosofico-morale) che però, messi in fila, possono anche essere letti come uno strambo romanzetto senza cazzo né coda. Avendoli postati in un periodo in cui i lettori del mio vecchio blog erano tre o quattro, ho deciso che meritavano di essere riproposti sul linkazzo. A quei tre o quattro Eroi chiedo perdono e pazienza per la mia ripetitività (una cosa che negli altri odio a tal punto da chiamarla ripetitititititività, ma non vedo perché dovrei essere coerente, la coerenza a volte è così noiosa…), ma prometto loro qualche piccola chicca aggiuntiva, e soprattutto il capitolo finale che l’altra volta mancava, e che in queste settimane o mesi mi proverò finalmente a scrivere.

Il primo tratta di lavhorror, tanto per non dimenticare troppo presto lo spirito del primo maggio…

Pronti? Via!


il twist nel momento più inadatto



Era una brutta mattina di maggio, luglio, settembre meno un quarto, e come previsto dal mio oroscopo vegetale (sono della verza) nel farmi la barba mi potai un capezzolo.

Alla radio le previsioni rossocrociate di Locarno Monti nella persona di Fosco S. o di suo cugino un certo Cappenbergher annunciavano con malvelata soddisfazione foschia infingarda e un po’ stronza sugli altopiani e io ero indeciso se dare prova di alto senso civico spargendo la voce o sbattermene sostanzialmente le ampolle. In quella fui travolto da un’ondata di jet lag, e capii che la presa sulla realtà cominciava a scivolarmi dalle mani. Poi mi sovvenne che non avevo mai volato in vita mia (non è che ho paura, la mia si chiama Sindrome di Bergkamp Patacrash, in pratica appena zompa nella mia visuale un qualcosa che somigli anche lontanamente a un check-in mi cago addos**): donc era senz’altro il caso d’inventarmi una scusa migliore, circa la mia non prensilità sul reale. Forse dormivo poco. Forse perdevo sangue.

“Zitto!” veniva nel frattempo intimato al contestatore durante il comizio del Partito Della Felicità Digitale Terrestre Per Tutti che andava in onda alla tv: “Non interrompere i Coglioni!”

Ma io, io che per anni mi ero creduto intelligente seppur a causa di un deprecabile malinteso, perché non spegnevo?

Dal canto suo la mia vita andava a ramengo, ma solo un capez… un pezzettino alla volta, a bricioline polliciniane, così riuscivo a stargli dietro, contuso e consapevole. Il che, non so se mi spiego, è molto peggio. Beati quelli che crollano a precipizio come will coyone nel burrone, un colpo e via.

Ero stanco di me. Ero stanco di voi. Soprattutto di voi.

Io ce lo sapevo che con queste agenzie interinali e il precariato del neoproletariato senza prole (e chi li mantiene?) sarebbe andata a finire così. Dopo l’impiego lampo al caseificio (venti minuti di stage non retribuito da intendersi, dissero, come periodo di provola ostentabile in curricula futuri) l’altra settimana mi hanno assunto con contratto terminale presso lo zoo di Cornate d’Adda, sì, proprio lui, il paese col monumento marmoreo maramaldeggiante

Il monumento come tutti sanno dice

CORNATE AI CADUTI

Assunto per fare il trattamento col cotton fioc alle giraffe. Capirete, coi due miliardi al mese solo di rata strozzinvest per il finanziamento avventato e sprovveduto diciamo pure coglione (coglione a chi?) per quel tostapane satellitare mks del 97 su cui non avevo letto le clausole e m’ero fatto abbindolare interessualmente (e fossi riuscito a farcene uno, di toast!), non è che uno possa andare tanto per il sottile, che possa dire Il cerume giraffesco mi fa senso oppure Guardi, a livello di remora non vorrei cascare giù da quella crincio di scala a pioli di trenta metri se metti la longicolla cornutiella si mette a ballare il twist nel momento meno adatto.

All’ingresso dello zoo di Cornate d’Adda c’era un cartello che diceva

VIETATO DAR DA MANGIARE AGLI ANIMALI

ma le mamme continuavano imperterrite a smerendare i loro bambini e i guardiani chiudevano un occhio. Con l’altro prendevano la mira e stendevano il marmocchio.

La caporalessa dell’interinale non sembrava una caporalessa vera. Chiamava a raccolta il lavoratore squillo con voce suadente, e pazienza se erano le tre di notte e lo sgobbo iniziava alle sei della seguente matinée. E non hanno neanche la scusa dei fusi orari, come il solito mongoloide che telefona nei film americani. “Ma che ore sono?!” “Ah, scusa, costì è mezzodì, ma ora che ci penso lì da te a Culdellup City devono essere le quattro del mattino”. “Vaffanculo pirla, t’vegna ’n canker” (quest’ultima battuta di solito viene tagliata).

Le tre e quattordici, per la precisione, e lei la signorina dell’agenzia Uniplus. Loro il lavoro non te lo procacciano: te lo cacciano su. Di qualunque misura esso sia. Alle pigreco di notte.

Sorensen Puddu?

Sì?

Il signor Mario Véronique Sorensen Puddu?

Signorino, prego

Grazie, sono la caporala Smerdìn dell’Agenzia Interanale Uniplus: si presenti a Cornate domattina un po’ prima delle 5, e senza mettersi le dita nel naso

Cornate? Ma sono 800 kilometri e sei etti

*azzi suoi.

Mmm… Aahhh…

Ho interrotto qualcosa? mi fa poi maliziosa la caporala, sentendomi ansimare mugoloso e gemente

Solo una colica addominale, rispondo

Oh pora stèla

Non si preoccupi, ora mando giù un po’ di butilbromuro di joscina e mi passa

Glielo proibisco, sa. La renderebbe sonnolenta sul lavoro


Un altro cartello diceva

VIETATO MANGIARE GLI ANIMALI

Ma era scritto in sloveno scolastico, sicché ogni giorno entrava un sacco di feccia armata di trincialepri, trucidalinci e tritatapìri.

Gradisce una giraffa? peroravo io, così, tanto per intavolare qualcosa di nuovo e costruttivo, quando me ne passava vicino uno particolarmente bene armato. Ma le longicolle cornutielle non se le filava nessuno. Toccava proprio mettersi al lavhorror.

Sulla porta dell’Ufficio Personale il cartello diceva

VIETATO ANIMALI

E così, quando scoprirono che ero un somaro, un porco e un elefante (per via che me la lego al dito) tutti in una persona, venni sbattuto fuori a calcincul* e non solo: la loro assicurazi*** fasulla non mi pagò l’ospedale, e mi fecero causa di risarcimento per i due cotton fioc sprecati e per la scala a pioli spezzatasi durante la mia caduta. Mi fecero pagare anche la foca: in buona sostanza c’ero atterrato sopra, pora bestia. Per San Giosafatte Fatto A Fette! E la notte dopo di nuovo

Sorensen Puddu?

Zì?

Raffineria di Falconara fra 40 minuti, ya?!


Voi andreste avanti, a vivere accussì?

Ci vorrebbe una sagace overdose, un bel cocktail di oppiacei.

Ma chi se li può permettere?

E non è finita.

Alla fine partecipai alla manifestazione di protesta. Avevo un cartello che diceva

ANIMALI

Fui arrestato.



26 commenti:

  1. marò....zio.....non ti si può perdere di vista un attimo!
    stai avendo una specie di orgasmo intelettuale. scrivi come un tifoso allo stadio contaminato dalla lettura di dante. e lo fai come piace a me: senza alcuna vergogna!

    :) love, mod

    RispondiElimina
  2. AHAHAH, grande... una perfetta sintesi fra lo Zio e il Pezzoli... anche se, a onor del vero, mi pare un Pezzoli ancora un po' acerbo, come se non avesse interiorizzato bene la lezione carveriana ;)

    RispondiElimina
  3. E dove te la tenevi sta chicca? Mi pare che hai detto che ci vuoi fare un libro...non torno su, mi viene l'asma...sì, sì, mi pare...allora vuoi farci un libro?
    Me ne mandi una fetta? Una prosa alla cazzinculo che mi piace, Nikò.
    Momenti me strozzo co le cornate ai caduti!
    Mi moje ha detto "ma quanno lo fanno un monumento a lo stronzo?"
    Dico appena avranno finito quello ar fijo de na mignotta.
    Pace e bene, Nikò.

    RispondiElimina
  4. * Simone
    anche perché una cosa è ESSERE Carver (a suo modo un grande) e un'altra è snaturarsi per scopiazzarlo controvoglia su input di un editor che si crede chissà chi, mentre invece dovrebbe essere LUI a mettere umilmente la sua competenza TECNICA al servizio di uno scrittore...
    Ecco perché (saltando di palo in frasca, ma in realtà nemmeno troppo) ho il Terrore del nucleare italiota: se scelgono i direttori delle centrali come scelgono i responsabili dell'editoria, altro che Chernobyl!!!!

    * Vincenzo Iacoponi
    ne ho tantissime di fette, c'è da fare indigestione! però non ti strozzare, che non voglio sentirmi in colpa...
    intanto lo ripeto pure qui: buon anniversario ragazzi!

    RispondiElimina
  5. Zio, d'accordissimo con te su Carver (e anche sul nucleare italiota, dio ce ne scampi!).
    Carver mi piace molto, ma è uno di quegli autori che, a mio parere, è meglio non cercare di imitare, perchè sarebbe come cercare di imitare Dostojevski o Faulkner: se uno è un genio può esprimersi in modo incisivo con scelte stilistiche che, nelle mani di altri, finirebbero per essere insulse e totalmente inappropriate (non riesco a immaginare niente di più palloso di una brutta copia di Carver).
    Cioè, per fare un parallelismo con il cinema, sarebbe come se un produttore pretendesse che dei giovani registi imitassero autori del calibro di Bergman, Cassavetes o Kubrick... cioè, i risultati finirebbero per andare dal palloso (nella migliore delle ipotesi) al tragicomico. :)

    RispondiElimina
  6. Zio, m'hai fatto morire... Certo che devi averci un bell'open-space, tra le orecchie... Intendo dire che spazi, spazi bene, e non cozzi. Veramente tra i meglio!
    ;-D

    RispondiElimina
  7. Sei incredibile, questa è roba tostissima, anche noi ci siamo quasi strozzati dal ridere! Prenotiamo già il libro!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  8. Zio Scrì.. ma come fai?? riesci pure a farmi votare nei sondaggini lassù in cima.. và che roba!! ;)))

    RispondiElimina
  9. Ciao Zio, bello bello il tuo racconto.
    Soparttutto quando parli di Will il Coyote...mi è venuto in mente il Will della Grace!
    :D

    Approposito: ho bisogno del tuo aiuto.
    Non è che Reverend Emi si può gentilmente accomodare in Valgina, tra i sostenitori di Grace?

    Voglio aiutarla, sai com'è...

    Ti ringrazio dell'aiuto.

    RispondiElimina
  10. Il partito della felicita' digitale terrestre per tutti... Fantastico zio tende proprio l idea dei tempi in cui viviamo per non parlare di lavhorror...
    Saluti

    RispondiElimina
  11. il cotton fioc alle giraffe :o)
    un racconto come un fuoco d'artificio, dico sul serio, e purtroppo vista l'ottusità dei direttori editoriali non sarà facile che ti pubblichino queste storie. Comunque mai mollare.

    RispondiElimina
  12. Il tostapane satellitare non riesco nemmeno ad immaginarlo.
    "All’ingresso dello zoo di Cornate d’Adda c’era un cartello che diceva
    VIETATO DAR DA MANGIARE AGLI ANIMALI
    "
    Io avrei scritto:-VIETATO D'ADDA MANGIARE AGLI ANIMALI - così magari meno mamme avrebbero smerendato bambini e più occhi di guardiani sarebbero rimasti aperti!
    Zio..che dire... sei un PORTENTO!
    P.S.
    A Stefy servono 19/18 sostenitori...per favore..manda in CIELO AZZURRO alcuni dei tuoi!
    Grazie,eh!
    Bacione :-)

    RispondiElimina
  13. * Lu
    finirò davvero col montarmi l'open space... :D
    comunque Grazie

    * Sabrina&Luca
    forse ho scoperto come avere potere contrattuale con gli editori: se trovassi qualche centinaio di lettori come voi che prenotano il libro al primo assaggio... dovreste dar origine a un bel passaparola! Però già così è una gran bella soddisfazione, anche perché, come del resto tutti gli altri miei lettori e commentatori, vi sento sinceri.
    Grazie pure a voi

    * patèd'animo
    ringrazio anche te, però a giudicare dai risultati parziali mi viene il dubbio di aver concepito male le risposte al sondaggio: sembra una roba pilotata da me per far "vincere" il povero Moccia Mocho Vileda, mentre invece mi sembravano tanto più carine parecchie altre risposte... Ci si potrebbe fare sopra un bello studio su come psico-pilotare i sondaggi... :-))

    * Stefy
    come son già venuto a dire da te a tardissima notte, non ci sto capendo una fava... :D

    * Ernest
    Thanks per i complimenti, un salutone anche a te

    * Harmonica
    Non mollerò mai, puoi contarci. E' venuto il momento dell'Inter, arriverà pure il mio...

    * Grace
    son contento del "portento", e ancor più del tuo bacione che ricambio, mentre sull'altra cosa ti rimando alla risposta di poco sopra alla Stefy... :-))

    RispondiElimina
  14. zio nel sondaggio ho votato moccia... logicamente, insopportabile.
    saluti

    RispondiElimina
  15. ziaccio i tuoi scritti mi danno dipendenza attendo il seguito delle strissssie che mi fan godere...nel caso non mi dai le mie dosi quotidiane di linkazzo ...ke la mazza di taribo west si abbatta su di te e ma spt sul tuo sfintere :D

    anchio ti bacio :)

    RispondiElimina
  16. * Ernest
    il voto al moccio ci sta eccome, io esprimevo solo lo scrupolo di aver, involontariamente, contribuito a far confluire tutti i voti su di lui mettendo le risposte in quel modo e in quell'ordine... avessero questi scrupoli quei volponi dei sondaggisti politici... :-)
    Ciao mon ami!

    * Paul
    Hey, mi fai un po' paura: ti fanno 'sto effetto i miei diabolici scritti o è qualcosa che hai... mangiato? :D
    O è semplicemente la tensione pre-finale, anche se si tratta solo del TITULINO?
    Comunque la nuova razione di strissie è quasi in arrivo...

    RispondiElimina
  17. Caro Zio Scriba vorrei chiederti una cosa, forse banale... Ma qualcuno ti ha mai fatto notare la tua genialità nello scrivere, la tua dialettica ed interpretazione su qualsiasi cosa tratti? A me lascia davvero sbalordito e non posso nasconderti che ti apprezzo molto e vorrei avere un minimo di questo tuo dono. Davvero complimenti. :)

    Ti ho risposto alla mail, attendo esito. :P

    Un caro saluto GRANDE.

    LeNny

    RispondiElimina
  18. zio, tranquillo con paul, è endococainico e endoanfetaminico :)

    'azz, a falconara ci feci il car, caserma dimmerda proprio di fronte alla raffineria puzzolentissima, com'è che la conosci?

    RispondiElimina
  19. Ziooo, alla Ste ora ne mancano 18! Sempre per lo stesso discorso..contali e capirai chi vogliamo far fuori!
    Due MATTE! ;-)

    RispondiElimina
  20. Uffa, il tuo sondaggio mi manda in crisi, senza la voce "tutti" non riesco a scegliere... e non è una battuta!

    Intanto, festeggiamo questa meritata, sudata e strattonata Coppa!!!! Il calcio ce lo teniamo noi, i calci...lasciamoli agli altri! :D
    ...ho anche scoperto un campionato nel quale vedrei bene quella formazione che avevi postato un po' di tempo fa XD
    http://en.wikipedia.org/wiki/Kakkonen

    RispondiElimina
  21. EEEEEVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!
    La faccia stralunata della Sensi alla fine valeva tre orgasmi prolungati.
    La faccia di merda di Totti quando è uscito valeva 19 anni di inculature prese.
    Otto anni dopo un altro 5 maggio, ci siamo tolti un paio di sassolini dalle scarpe.
    Complimenti Nick! A te, a me e a tutti gli interisti veri come noi!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. * LenNy
    non voglio lodarmi-imbrodarmi, ma neppure recitare la stucchevole parte del finto modesto, quindi mi limito a dirti GRAZIE!
    (Grazie e... alé Inteeeeeeerrrrrr!!!!!!)

    * robydick
    allora gli assomiglio, a Paul: a me non servono droghe proprio perché le secerne già il mio cervello matto...
    (la raffineria di falconara: visione spettrale nell'avvicinarsi col treno alla fatidica Ancona, location del mio romanzo...)

    * Grace
    ma avete poi scoperto chi diavolo è 'sto Moribond?

    * Reverend Emi
    vai col TITULINOOOOOOOOO!!!!
    e un velo pietosissimo su certa gentaglia, soprattutto, direi, su quel cane di perrotta, la cui entrataccia da dietro su Milito non era ancora in periodo-frustrazione, ma sapeva più di porcheria premeditata per indebolirci in vista del campionato... un vero schifo, un comportamento da mezzi uomini (Avevo detto velo pietosissimo? Infatti, se no chissà che je dicevo!!!!)

    * Vincenzo Iacoponi
    Sìììììììììììììììììììì! Ci voleva proprio un 5 maggio felice, per esorcizzare i fantasmi di quell'altro schifoso, che però ormai sparisce nei pallori della lontana preistoria... adesso facciamo la Storia!!
    La sensi deve solo vergognarsi, i suoi patetici latrati sono stati persino più antisportivi dell'entrataccia da porcello der pupone!

    RispondiElimina
  23. * Reverend Emi
    dimenticavo: la Grace e la Stefy pare reclamino il tuo sostegno: vedi un po' te...

    RispondiElimina
  24. porc, già, ora non pensavo alle tue transumanze marchigiane, ahah!

    RispondiElimina
  25. ahimè, di lavhorror me ne intendo.
    certo, almeno allo zoo non mi è mai capitato di lavorare (per ora) ma ancora sogno il giorno in cui avrò un lavoro magari quasi stabile, magari quasi pagato, magari quasi senza rotture di palle gigantesche, magari.....

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)