"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

lunedì 21 dicembre 2009

Ciàkkete! - Stronkabukko cinema




Religiolus

di Larry Charles

con Bill Maher

USA, 2008, 101 min.

Voto: 9



Un meraviglioso, inquietante film-inchiesta che si snoda all’insegna del garbo e dell’ironia, ma che non ha paura di trarre l’estrema, tremenda conclusione: il Dubbio, unico atteggiamento umano intelligente, decente, onesto e dignitoso, oltre a migliorarci la vita potrebbe pure salvarcela. La religio è invece la più pericolosa forma di malattia mentale che abbia mai minacciato l’uomo, e a chi ancora non l’avesse capito potrebbero spiegarlo molto bene le Guerre Sante Nucleari che forse sono già qui, proprio dietro l’angolo.


Coglioni che si credono prescelti e miracolati perché una volta cominciò a piovere appena loro misero una mano fuori dalla finestra. Truffatori che spremono milioni da pollastri analfabeti. Omofobi col cervello in allocazione anale che scrivono slogan del tipo “Grazie Dio per il dono dell’aids”, oppure “Un gay muore, Dio ride”. Una giovane scrofa dalla facciaccia severa che dice “Io non odio i gay, un immondo essere immaginario li odia!” (Naturalmente lei questo sterminatore nazista castigamatti che s’è inventata per giustificare le sue turbe psichiche non lo chiama “immondo essere immaginario”, lo chiama “Dio”). Islamici che fingono subdolamente di negare l’istigazione alla violenza e alla sopraffazione dei “Cani infedeli” di cui è infarcito il loro testo sacro. Ebrei che ritengono geniale progettare telefoni che compongono numeri da soli, o ascensori funzionanti senza bottone, in modo da poter fare di sabato cose teoricamente proibite dal loro Dio capriccioso, permaloso e stronzetto (tutte qualità, guarda caso, sospettosamente umane…), prendendo bellamente per il culo sia Lui che sé stessi. Un musulmano che si vanta della sua incredibile tolleranza per aver permesso a un miscredente di fargli due domandine all’interno di una moschea senza sgozzarlo, proprio nel momento in cui altri loschi figuri si avvicinano minacciosi sibilando “Non devi parlare con quello lì, noi sappiamo chi è, i suoi programmi fanno schifo”. Sbirri religioidi che mostrano i muscolacci e sbattono fuori la troupe, nella Salt Lake City dei cialtroni mormoni come nel miliardario Vatikano sponsorizzato IOR. Curiose rivelazioni sugli italioti superstizioidi e politeisti mascherati: un esilarante sondaggio fatto per sapere CHI pregano questi supercristiani coi crocifissi nelle scuole e nelle banche e il segnodellacroce prima di battere un rigore ha visto il signor Gesù Cristo in persona piazzarsi… al sesto posto! Disgraziati ignoranti che troncano la discussione o diventano violenti per il solo fatto di “mettere in Dubbio” il loro Dio, cioè la proiezione onnipotente di loro stessi deputata a renderli immortali ed eternamente felici dopo questa vita di merda (e questi poveracci senza null’altro a cui aggrapparsi vanno capiti, anche se il loro cervello fa pena, e infatti l’autore li tratta con sublime pietas). L’autogol di un politico americano religioide: con pacioso candore si vanta del fatto che “Non occorre superare test d’intelligenza per candidarsi ed essere eletti” (parole Sante…). Una disneyland cristianotta in cui ogni giorno invece delle imprese di Topolino si mette in scena con crudo realismo la crocifissione, per un pubblico di vecchi sbavanti e di beghine sfatte che osservano in estasi mistica e affranta col fazzoletto in mano. Un rabbino deviato e mentalmente disturbatello che va a rendere omaggio al regime fascista iraniano e ad appoggiarne la risoluzione a cancellare Israele, essendo religiosamente convinto che gli Ebrei, inadempienti al contratto stipulato con Mister Dio Padrino Onnipotente Baciamo Le Mani, “non abbiano ancora sofferto abbastanza”. Un passo biblico in cui l’unico Giusto di Gomorra difende gli Angeli suoi ospiti dagli abitanti cattivoni della città che se li vorrebbero fare (ma se sono Angeli, non possono difendersi da soli? Magari ci stavano…); e allora il Giusto dice: “Questi Angeli sono ospiti miei, e l’ospitalità è sacra, quindi se per voi è lo stesso e non vi dispiace troppo… vi do da stuprare le mie figlie”! (E io che credevo mostruosamente blasfema la versione di Zio Scriba, che dice: “Questi Angeli sono ospiti miei e l’ospitalità è Sacra, per cui se permettete me li inculo io”! – certo, è volgarissima e atroce, ma non è mille volte peggio l’originale, col Giusto Biblico che subaffitta in stupro le sue bambine?) Ciarlatani truffatori spillano quattrini ad altri ingenui visitatori con un museo del creazionismo il cui pezzo forte è costituito dal falso scientifico di una ricostruzione di cuccioli umani che giocano con cuccioli, contemporanei, di dinosauro (come se io sostenessi di prendere il tè con Omero, ma questi qui invece di finire in manicomio diventano miliardari. Il punto, ancora una volta, sta tutto nel numero: convinci qualche milionata di fessi che le tue balle sono fondate e sensate, e nessuna autorità ti potrà toccare. L’abuso della credulità popolare è, per ovvi motivi, inapplicabile ai ciarlatani religiosi: perché pincopallino deve finire in galera per la sua settucola spremisoldi, se la Settona vatikana ha addirittura Ambasciate e Ambasciatori in tutto il mondo?) Le perfette fotocopie del Figlio-Di-Dio-Nato-Da-Vergine-Risorto-Dopo-Tre-Giorni in varie mitologie più antiche di quella cristiana. Rivelazioni sull’insospettabile spirito antireligioso che animava i Grandi Padri Fondatori degli Stati Uniti d’America, dei veri Giganti che uno scemotto bigotto come Bush l’avrebbero preso a calci in culo da mattina a sera. (E poi dicono che l’umanità progredisce…) Tutto questo ed altro ancora in uno dei più divertenti, coraggiosi, rivoluzionari, toccanti, scomodi film che l’uomo abbia mai osato realizzare.


Un film da proiettare nelle scuole, per insegnare ai ragazzini a Pensare Con La Propria Testa (e con la propria testa si può anche arrivare a un’ipotesi, o a una speranza, di Dio, perché no?, mica è obbligatorio essere dei gretti ottusi fanatici che idolatrano la materia o, che ne so, le aride formule matematiche…un Dio che se esiste ha ben poco in comune con le umanissime ritrite balle che mandano in sollucchero i creduloni fedenti…) e soprattutto a ridere in faccia ai disonesti che si ritengono depositari di tutte le Verità, liberandosi una volta per tutte dalla pericolosa zavorra delle fanfaluche mitologico-superstiziose. Ovviamente non succederà mai… In vatikalia inculcare tali fanfaluche nelle tenere menti costituisce il Piano Educativo Numero Uno (mamma mia!) In vatikalia è stato già un miracolo se il film è apparso in qualche sala. Ma ci stava così poco che l’unico modo per riuscire ad acchiapparlo era passare di lì nel momento in cui cominciava la prima e unica proiezione più o meno clandestina… Di questi tempi può capitare di vederlo sul canale satellitare Cult.

Un film imperdibile, ve lo garantisco. Regalatevi il dvd per Natale. Pardon, per la preesistente Festa del Solstizio d’Inverno, di cui sarebbe ora di riappropriarsi consapevolmente.

Buon Solstizio a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)